04252017Mar
Last updateMar, 25 Apr 2017 11am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Buche e non solo: 700mila euro per mettere in sicurezza le strade della provincia

Terminati invece i lavori tra Servigliano e Falerone con opere di consolidamento della scarpata di valle mediante la realizzazione di una gabbionata.

aronneperugini provincia


FERMO – Strade con le buche, strade insicure. Strade con colline che franano, strade che provocano incidenti. Strade su cui la Provincia di Fermo sta investendo risorse: 200mila euro appena stanziati, altre centinaia spesi.

In partenza ci sono i cantieri da 200mila euro sulla Strada Provinciale Fermana-Faleriense, “collegamento di notevole importanza tra la zona montana e quella costiera” sottolinea il presidente Perugini, la SP 219 Mezzina e la Piane di Chienti, “che sono arterie fondamentali e al servizio del distretto Calzaturiero Fermano-maceratese”, la Valdaso, “che collega nella parte più a sud del nostro territorio la nostra Provincia con quella di Ascoli Piceno”.

Terminati invece i lavori tra Servigliano e Falerone con opere di consolidamento della scarpata di valle mediante la realizzazione di una gabbionata. Partiti, ma fanno parte di altri fondi, i lavori sulla Mezzina al km 6+500 per la realizzazione di una gabbionata di contenimento della scarpata di valle che coincide con la sponda di sinistra del fiume Ete morto erosa dalla piena del torrente dello scorso marzo 2015. “Tale opera – ribadisce Perugini -  va ad integrare un primo intervento effettuato a fine giugno 2015 con la scogliera di protezione e consente di risolve il problema di cedimento della scarpata”.

Il punto. Loriana Dichiara era morta da 70 ore. "Credeva nella forza delle idee"

La famiglia sperava che potesse tornare, come avvenuto anni fa, quando lasciò casa per quattro gironi. Ma non è andata così.

000lorianadichiara


MONTEGIORGIO – Sono stanti gli interrogativi dietro la morte di Loriana Dichiara, trovata ieri mattina senza vita nel parcheggio di una casa di risposo di Loreto.

Sarebbe morta da almeno 70 ore, ma lo stabilirà tra oggi e domani l’autopsia. Il suo corpo era sul sedile posteriore, rannicchiato, stretta in un abbraccio solitario. Vicino a lei una bottiglietta d’acqua e delle scatole di farmaci vuote. Ma se Loriana è morta da 70 ore, dove ha passato i tre giorni precedenti? Possibile che l’avvocatessa di Montegiorgio abbia potuto vagare con una macchina segnalata n ogni angolo d’Italia per le vie di mezza regione Marche? Domande che la procura di Ancona, diventata titolare dell’inchiesta, cercherà di trasformare in risposte.

Scomparsa il 14 febbraio, la Dichiara, avocato con un lungo e intenso passato in politica nelle file dell’Udc, ha lasciato un biglietto, poche parole, inclusa la richiesta di donare i propri organi e il desiderio di smettere id prendere medicine per cercare di stare bene, che finiscono con un ‘Ciao’.

A notare la vettura ferma, con un corpo all'interno rannicchiato in posizione fetale sul sedile posteriore, è stato un uomo che stava andando in visita a un parente nella casa di riposo. Sul posto, ieri mattina, i carabinieri di Osimo diretti dal capitano Raffaele Conforti e i Pm di Macerata Stefania Ciccioli e di Ancona Valentina Bava.

Tra i tanti dubbi, le uniche certezze restano il prelievo con il bancomat di domenica, l’aperitivo saltato con un amico e il pranzo mai consumato con la sorella a Civitanova Alta. Da quel momento, la denuncia è arrivata lunedì mattina, il buio assoluto tra visti avvistamenti, prima a Camerino e poi ad Amandola, e ricerche a tappeto con decine di uomini. La famiglia sperava che potesse tornare, come avvenuto anni fa, quando lasciò casa per quattro gironi. Ma non è andata così. Per la presidente dell'Ordine degli avvocati di Fermo Francesca Palma era “una professionista brillante e dalle molte qualità”, per il sindaco di Montegiorgio Armando Benedetti “una persona che ha dato tanto al territorio, credendo nei valori e nella forza delle idee”. Non resta, invece, che il suo biglietto: ciao.

r.vit.

La tragedia dell'avvocatessa. L'ultimo desiderio di Loriana Dichiara: "Donate i miei organi"

Il parcheggio è appartato, poco frequentato. Ed è lì che la donna avrebbe ingerito una dose eccessiva di sonnifero.

000lorianadichiara


MONTEGIORGIO – “Donate i miei organi. Ciao”. Le ultime parole Loriana Dichiara le ha lasciate sul biglietto scritto a mano trovato dai carabinieri sul sedile dell’auto, accanto al suo corpo senza vita. Ha detto basta, non voleva più soffrire.

Deve essere arrivata a Loreto passando per vie di campagna, lontane dalla statale e ancor di più dall’A14. Ecco perché nessuno l’avrebbe vista. Ma quando abbia parcheggiato vicino alla casa di riposo 'Pia Casa Hermas', in via Marconi, non è chiaro. Il parcheggio è appartato, poco frequentato. Ed è lì che la donna avrebbe ingerito una dose eccessiva di sonnifero, rivelatasi letale per il suo corpo, che era rannicchiato sul sedile posteriore. A indagare ora sono i carabinieri di Osimo, diretti dal capitano Raffaele Conforti.

Tragedia, Loriana Dichiara ritrovata morta nella sua auto a Loreto

L'avvocatessa di Montegiorgio era distesa sul sedile posteriore del mezzo. SERVIZIO IN AGGIORNAMENTO.
000lorianadichiara


LORETO - Triste notizia per tutta la comunità di Montegiorgio questa mattina. L'avvocatessa Loriana Dichiara, scomparsa dallo scorso 14 febbraio, è stata ritrovata questa mattina a Loreto. Il corpo, purtroppo senza vita, era disteso nel sedile posteriore della sua macchina, una Fiat Punto, parcheggiata nell'area privata della Pia Casa Hermes. Secondo gli inquirenti il mezzo sarebbe stato fermo in quel posto da almeno 48 ore. Oltre alla donna, nel veicolo, vi era anche una bottiglia d'acqua, dove sarebbe stato sciolto un potente psicofarmaco, ed anche un bigliettino. I medici legali ora dovranno chiarire come è avvenuto il decesso. Quel che è certo è che la tragedia ha colpito i familiari e l'intera comunità dopo che per giorni non si era persa la speranza.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Fermana, invasione di gioia in sala stampa

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.