05232018Mer
Last updateMer, 23 Mag 2018 10am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

Iscriviti al nostro canale Youtube

Verso il voto. Montegiorgio va ridisegnata, il centrosinistra punta sull'ingegner Ramadori

Foto Marco Ramadori

Le ragioni sono tutte da ricercare nell’amministrazione di centrodestra “che, non avendo nessuna visione di quale futuro prefigurare per Montegiorgio ed i suoi abitanti, né l’umiltà di condividere con essi scelte strategiche difficilmente ripetibili, di fatto ha immobilizzato l’Ente",

MONTEGIORGIO – Mancava solo l’ufficializzazione, visto che il suo nome da settimane ribalzava da un angolo all’altro di Montegiorgio. Il candidato del centrosinistra a guida Pd è Marco Ramadori. Ingegnere, vicepresidente della Steat, in prima linea in numerosi appalti pubblici importanti del territorio, vedi la rotonda fuori dal casello autostradale, Ramadori ora prova a prendere la guida di Montegiorgio, che esce dalla lunga era Benedetti.

Quinto comune per estensione territoriali, settimo per popolazione, Montegiorgio si gioca con Servigliano il ruolo di capoluogo della Valtenna. In più, rispetto a tutti gli altri comuni della zona, Montegiorgio vanta da sempre servizi esclusivi: l’ospedale, oggi casa di cura, la caserma dei carabinieri, con tanto di comando affidato al capitano giglio, un liceo. “Eppure – sottolinea la coalizione che supporta Ramadori - ha ormai perso la centralità ed anche la vitalità”.

Le ragioni sono tutte da ricercare nell’amministrazione di centrodestra “che, non avendo nessuna visione di quale futuro prefigurare per Montegiorgio ed i suoi abitanti, né l’umiltà di condividere con essi scelte strategiche difficilmente ripetibili, di fatto ha immobilizzato l’Ente assistendo impotente al suo declino politico ed amministrativo”. Segue, secondo Ramadori e company, tutta una serie di incompiute, per non parlare di errori. “Mancata condivisione di scelte strategiche, come la realizzazione di un ipotetico nuovo polo scolastico in zona Crocedivia che metterebbe a rischio la sopravvivenza del centro storico”. Ma non solo: “Politiche tariffarie tra le più alte della provincia che non hanno portato a miglioramenti”. E poi c’è la grande incompiuta di palazzo Colonna.

Tutto questo ha spinto il centrosinistra a ritrovarsi: “Raccogliamo le istanze della cittadinanza che chiede un cambiamento radicale del modo di amministrare, per cui ci assumiamo la responsabilità della formazione di una coalizione affidabile”. Una coalizione che in questi due mesi coinvolgerà Montegiorgio per redigere un programma efficace, ancora prima che vincente sotto la guida di Ramadori, “persona seria, disponibile e con la necessaria esperienza, che, insieme a tutte le forze in campo, saprà bene amministrare Montegiorgio realizzando quel cambio di passo che sia il Paese che i cittadini aspettano da troppi anni”.

Raffaele VItali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.