Archi messi in sicurezza, il centro di Monsampietro riapre: "Possono tornare diverse famiglie"

monsampietro bimbi

Al simbolico taglio del nastro hanno preso parte il sindaco, il vice Tiburzi, il comandante della compagnia dei carabinieri di Montottone, la vicepreside dell’Isc di Montegiorgio Perini, insegnati e allievi della scuola che hanno decantato gioiose poesie per far sorridere i tanti cittadini intervenuti.

MONSAMPIETRO MORICO – In attesa di #Risorgimarche c’è un paese che risorge davvero, tornando a essere completamente attraversabile: è Monsampietro Morico. “È stata emozionante questa piccola cerimonia insieme agli alunni della scuola Giovanni Paolo II. Perché noi ogni giorno lottiamo e lavoriamo per ridare a loro, in primis, la città in cui vivere il futuro” sottolinea il sindaco Romina Gualtieri. Per entrare in centro bisognava riuscire a mettere in sicurezza gli archi medievali che conducono alla piazza Malugero Melo che si trova di fronte alla chiesa dei Santi Pietro e Antonio Abate.

“E finalmente ci siamo riusciti. È il frutto di tenacia e determinazione di questa amministrazione che ora permette ad alcune famiglie di tornare nella propria casa e alle persone di rivivere il cuore della cittadina che, seppur ferito, esprime storia, cultura, bellezza e forte identità di appartenenza. Al simbolico taglio del nastro hanno preso parte il sindaco, il vice Tiburzi, il comandante della compagnia dei carabinieri di Montottone, la vicepreside dell’Isc di Montegiorgio Perini, insegnati e allievi della scuola che hanno decantato gioiose poesie per far sorridere i tanti cittadini intervenuti.

r.vit.