La tragedia dell'avvocatessa. L'ultimo desiderio di Loriana Dichiara: "Donate i miei organi"

000lorianadichiara

Il parcheggio è appartato, poco frequentato. Ed è lì che la donna avrebbe ingerito una dose eccessiva di sonnifero.


MONTEGIORGIO – “Donate i miei organi. Ciao”. Le ultime parole Loriana Dichiara le ha lasciate sul biglietto scritto a mano trovato dai carabinieri sul sedile dell’auto, accanto al suo corpo senza vita. Ha detto basta, non voleva più soffrire.

Deve essere arrivata a Loreto passando per vie di campagna, lontane dalla statale e ancor di più dall’A14. Ecco perché nessuno l’avrebbe vista. Ma quando abbia parcheggiato vicino alla casa di riposo 'Pia Casa Hermas', in via Marconi, non è chiaro. Il parcheggio è appartato, poco frequentato. Ed è lì che la donna avrebbe ingerito una dose eccessiva di sonnifero, rivelatasi letale per il suo corpo, che era rannicchiato sul sedile posteriore. A indagare ora sono i carabinieri di Osimo, diretti dal capitano Raffaele Conforti.