10172017Mar
Last updateLun, 16 Ott 2017 7pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Famiglie numerose in una Italia senza figli: "Non serve assistenza, ma pari diritti. Noi ci organizziamo"

famiglie numerose

“Non crediate che una mamma, o padre, in una famiglia numerosa non faccia altro che pensare ai figli. La normalità regna sovrana anche da noi, io stessa son rappresentante di classe e faccio parte del tavolo delle povertà dell’Ambito 19 di Fermo. Questo significa impegnarsi per gli altri” spiega Barbara Isidori.

di Raffaele Vitali

RAPAGNANO - Una domenica diversa, perché è una domenica in cui si sta insieme. In tanti, ma proprio tanti. sono 500 le famiglie numerose iscritte all’associazione in provincia di Fermo. La maggior parte dislocate tra fermo e Porto San Giorgio, ma tante nei paesi, per una mappa che alla fine copre tutta la zona fermana. Sono 500 e sono combattive, anche se la parola giusta è organizzate. Lo sono con l’associazione, guidata da Barbara Isidori e Manoe Dimarti, lo sono ogni giorno attraverso una pianificazione dei tempi che rasenta la perfezione. “Non potrebbe essere diversamente. Quando hai 4-5 figli devi riuscire a coordinare gli spostamenti, devi organizzare le attività cercando di omogeneizzare le scelte dei tuoi figli” spiega la Isidori. Il che significa magari che in una famiglia cresceranno tutti calciatori, senza mai stoppare i sogni di chi vuole una palas da basket: ma è chiaro che se lo sport è unico si può fare un viaggio solo”.

Oggi le famiglie fanno festa, tutte insieme, dalle 16 a Rapagnano, dove c’è una delle amministrazioni comunali più attente alle esigenze di chi non chiede assistenza, ma semplicemente di poter giocare alla pari con gli altri. Il che significherebbe, pensando alle politiche nazionali, rivedere il ragionamento sulle bollette dell’acqua: perché le famiglie numerose hanno tanti figli, ma il consumo pro capite è molto più basso di quello di un single. Eppure, pagano un sovrapprezzo. Ingiustizie di un Paese in cui la natalità è crollata (1,35 a donna, tra le più basse in Europa). E un motivo, come si vede, c’è. Ma questo non riguarda loro che nei figli investono tempo e risorse: “Magari non andiamo a cena fuori spesso, però lo facciamo per scelta. Alla fine meglio una vacanza tutti insieme con quel che risparmiamo. E poi ci piace cucinare e stare insieme a tavola”.

L’immagine che esce è di una armonia quasi irreale per chi preso dalla frenesia dei tempi non riesce a gestire neppure il figlio unico. O addirittura preferisce rinviare nel tempo il sogno di una maternità e paternità. “Non crediate che una mamma, o padre, in una famiglia numerosa non faccia altro che pensare ai figli. La normalità regna sovrana anche da noi, io stessa son rappresentante di classe e faccio parte del tavolo delle povertà dell’Ambito 19 di Fermo. Questo significa impegnarsi per gli altri” prosegue la Isidori.

Dalle 16, a Rapagnano, si gioca, si mangia, si condividono esperienze e magari anche problemi: “La cosa più bella di questo momento è il senso di responsabilità che hanno avuto i nostri figli più grandi che si sono messi in gioco per diventare animatori e hanno inventato giochi e momenti di svago per chi vorrà essere con noi” aggiunge Manoe Dimarti.

Il tema della giornata, come dell’attività dell’associazione, è semplice e chiaro: la famiglia numerosa non va vista non più come oggetto di assistenza ma come risorsa fondamentale dello sviluppo economico e del benessere territoriale, da valorizzare e promuovere con politiche familiari mirate ed efficaci. “Speriamo per questo che partecipino molti amministratori, sarebbe utile confrontarsi. “L’associazione offre sostegno e consulenze alle famiglie in difficoltà, ci sono momenti di condivisione e di scambio, si riescono a trovare soluzioni per far quadrare i bilanci e vivere in grande serenità” concludono le due responsabili. Per chi vuole saperne di più, oggi è il giorno giusto. Altrimenti poi basterà presentarsi nella nuova sede messa a disposizione dal calzificio Coccia vicino al circolo Magnum di Rapagnano.

@raffaelevitali 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.