08252019Dom
Last updateSab, 24 Ago 2019 6pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Casa di riposo e nuovi spazi per Nerogiardini, i nodi irrisolti di M.S.Pietrangeli

Monte San Pietrangeli

Un risarcimento da mezzo milione di euro e l’ampliamento dell’azienda caratterizzeranno la campagna elettorale del post commissario.

MONTE SAN PIETRANGELI – Un comune di 2500 anime che ha un cittadino illustre, Nerogiardini, e tanti problemi. Un comune che da quasi due anni è gestito da un commissario prefettizio, Francesco Martino, che si è trovato sulla scrivania problemi enormi, data la dimensione del Comune. Uno si chiama casa di riposo. Il commissario ha risolto il nodo gestione, con un nuovo bando e la riattivazione del servizio, ma il commissario si è anche trovato sul collo una causa da 400mila euro da parte dell’ex gestore, la cooperativa Aurora. È arrivata la condanna in primo grado, con pagamento della somma, contro cui il Comune, a fine anno ha presentato appello. Come è andata a finire? Resterà sulle casse comunali un debito fuori bilancio da mezzo milione di euro o il giudice avrà riconosciuto il corretto agire della vecchia amministrazione?

Il secondo nodo, tra tanti risolti come i nuovi loculi al cimitero, è legato al cittadino illustre. Durante una conferenza stampa ad agosto 2015, Enrico Bracalente aveva annunciato l’avvio dei lavori di ampliamento dell’azienda a Monte San Pietrangeli. Ma sono passati sei mesi e non una sola gru è stata vista muoversi. Come mai? Cosa ha bloccato il volere dell’imprenditore che già aveva allargato l’azienda forte di una variante datata 2008?

Due nodi che in vista delle elezioni di maggio, da cui certamente uscirà un sindaco, il commissario prefettizio si è trovato a gestire. Nodi che hanno radici lontane e che, in un modo o nell’altro, cambieranno il volto di Monte San Pietrangeli.

r.vit.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.