08202019Mar
Last updateMar, 20 Ago 2019 3pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Bracalente, mister 209 milioni. NeroGiardini cresce e assume 22 giovani degli Artigianelli

Enrico Bracalente 2

Il nuovo polo logistico di Fermo è un gioiello tecnologico che bene si combina alla storica azienda di Monte San Pietrangeli.

 

di Raffaele Vitali

MILANO – Cresce, cresce e cresce ancora. NeroGiardini, il brand creato da Enrico Bracalente, aumenta il suo fatturato del 2,5% e supera di slancio i 200milioni di euro. Il tutto aprtendo da un paesino di provincia sulle colline marchigiane, Monte San Pietrangeli, privo di superstrade, treni e collegamenti con il mondo.

È l’estero a premiare le strategie della Bag Spa, proprietaria del brand. “Nonostante la crisi del mercato russo, cresciamo in maniera costante grazie al potenziamento della rete commerciale in Europa: Benelux, Russia, Spagna, Francia, Austria, Svizzera, Germania, Regno Unito, Polonia, Paesi balcanici sono i nostri primi mercati. A Mosca, dallo scorso settembre, è attivo il magazzino dedicato al retail da cui stanno arrivando i primi risultati. Oggi vendiamo per l’80% in Italia. L’obiettivo è di raddoppiare il fatturato portando l’export al 50%”.

I 209 milioni del 2015 sono il frutto di precise scelte, con l’internazionalizzazione entrata di diritto nelle strategie aziendali al fianco della comunicazione, da sempre cavallo di battaglia di Bracalente.

L’Italia, croce per tanti, resta per Nerogiardini delizia. “Grazie al modello imprenditoriale innovativo che è riuscito a industrializzare un settore, storicamente artigianale, con il know how della produzione per magazzino, offrendo al retail un servizio di riassortimento entro le 72-96 ore”. Il nuovo polo logistico di Fermo è un gioiello tecnologico che bene si combina alla storica azienda di Monte San Pietrangeli.

Il modello italiano per Bracalente è ripetibile anche in Europa, d qui la scelta di non investire sull’online: “Voglio tutelare in primis il retail. Con il nostro metodo, che di fatto si sostituisce all’e-commerce, in 3, al massimo 4 giorni, possiamo consegnare anche due paia, modelli scelti dal commerciante in base alle esigenze del consumatore finale”.

E se le scarpe volano per il mondo, l’impegno dell’imprenditore fermano si ripercuote in casa dando lavoro ai giovani formati agli Artigianelli, il centro di formazione professionale che Bracalente finanzia da anni. “Siamo stati -. Prosegue mister Nerogiardini – la prima azienda, nel settore calzaturiero, a finanziare dei corsi professionali per operatore della calzatura in un Istituto privato e a garantire l’assunzione di tutti i diplomati. Ventidue allievi, al termine delle prime due sessioni biennali, sono stati assunti dalle aziende che lavorano per il nostro Gruppo”.

A maggio 2015 è partito il terzo corso biennale frequentato da 17 ragazzi, mentre dallo scorso settembre c’è un quarto corso (con 18 iscritti) di durata triennale che, altra novità, si rivolge agli studenti post scuola media. 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.