06252017Dom
Last updateSab, 24 Giu 2017 6pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

La Liberazione riempie il Fermano: bersaglieri a P.S.Elpidio e tanti giovani dai monti alla costa

terrenzi25aprile
marinangeli25aprile

"A Montegranaro grazie a Laura Latini ed a Giacomo Beverati un video di grande interesse e manifestazione diversa e più completa rispetto al passato. W l'Italia e la libertà”.

Una Liberazione a più sfaccettature quella che si è celebrata nel fermano. Se l’appuntamento principe è andato in scena a Fermo (LEGGI) con il prefetto Di Lullo, in molti comuni i sindaci hanno scelto di organizzare la propria cerimonia. Così facendo sono riusciti nella missione più difficile: far partecipare i giovani.

Ad Amandola il sindaco Adolfo Marinangeli ha deposto la corona di alloro dopo la messa affiancato da Aurora, la neo eletta sindaca del Consiglio comunale dei ragazzi. E tanti giovani, anche per dar sostegno alla prima cittadina hanno partecipato.

A Montegranaro, invece, spazio alla visione del documentario di Samuele Rossi, ‘La memoria degli ultimi’. Immancabili sotto la torre ascensore anche le polemiche che l’assessore Endrio Ubaldi, ex esponente di An, spazza via con poche righe: “Ho sempre fatto mio il motto: "Non rinnegare ma non restaurare". Il resto sono solo chiacchiere e menzogne interessate. Mi ha fatto molto piacere vedere in televisione che i sindaci di Ascoli e San Benedetto del Tronto entrambi ex alleanza nazionale hanno partecipato nelle loro città alle celebrazioni odierne. A Montegranaro grazie a Laura Latini ed a Giacomo Beverati un video di grande interesse e manifestazione diversa e più completa rispetto al passato. W l'Italia e la libertà”.

A Sant’Elpidio a Mare il sindaco Alessio Terrenzi ha puntato a sua volta sui più piccoli, coinvolgendo come Amandola il consiglio comunale dei ragazzi. “Un giorno indimenticabile che rappresenta la fine di un incubo ed il raggiungimento della libertà e della democrazia. Un bene inestimabile che vogliamo ricordare e trasmettere alle nuove generazioni, perché crescano con la consapevolezza che la democrazia non è cosa scontata ma è stata una difficile conquista costata infiniti sacrifici, restrizioni e tante vite umane ed è un bene che va difeso e tutelato sempre. Per questi giovani che vedo qui presenti e che ringrazio per aver accolto il nostro invito ad essere con noi in questa occasione, le vicende di allora sono lontane e si rischia per dare come qualche cosa di normale ciò che, invece, è stato il frutto di una conquista che è costata la vita a molti. Sarebbe bello vedere una partecipazione sempre crescente delle nuove generazioni sia a cerimonie come quella di oggi che come partecipazione attiva nella vita civile: con il progetto del Consiglio Comunale dei ragazzi e delle ragazze si stanno creando buone basi affinché questo avvenga e confido in loro”.

A Porto San Giorgio appuntamento in piazza 25 Aprile con il sindaco Nicola Loira che ha parlato di fronte alle quinte classi delle Elementari, che hanno letto dei brani, annunciandogli che il prossimo anno riceveranno la costituzione, Carta che ha le sue radici proprio nel giorno della Liberazione.

A Porto Sant’Elpidio, infine, spazio ai bersaglieri che hanno riempito il piazzale davanti alla scalinata da loro oggi dedicata in via Volturno. Questo prima di spostarsi alla torre dell’orologio, dove il Comune gli ha trovato una sede per l’associazione.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Loira ricorda il carabiniere Beni

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.