10202017Ven
Last updateGio, 19 Ott 2017 9pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Danneggiati e beffati: Di Ruscio guida la class action dei frontisti mangiati dal fiume

ETE VIVO 25 MARZO 2017 2

L’ultimo passaggio l’associazione lo dedica ai lavori effettuati nel 20011-2012 nel fiume Ete. “Queste immagini riguardano il terreno di un imprenditore agricolo della Valdete.

FERMO – Class action pronta. La guiderà Nino Di Ruscio, ex sindaco di Fermo e referente dell’associazione Sos Utenti. Una class action che coinvolgerà chi non ha pagato la tassa della bonifica e ha ricevuto le cartelle esattoriali-Equitalia. L’Associazione offre consulenza gratuita al fine di verificare preliminarmente la legittimità della richiesta. “In particolare stiamo organizzando una class action per impedire il pagamento di questo balzello. Ricordiamo che oltre a mancare il piano generale di bonifica, propedeutico ad ogni imposizione fiscale, molto spesso i lavori vengono effettuati “a chiamata”, senza logica tecnico-economica che tenga conto, nel tempo, degli effetti a monte e a valle dell’intervento stesso e, spesso, con benefici negativi per il contribuente”.

L’ultimo passaggio l’associazione lo dedica ai lavori effettuati nel 20011-2012 nel fiume Ete. “Queste immagini riguardano il terreno di un imprenditore agricolo della Valdete. Di fronte a quel disastro, perché dovrebbe pagare la tassa bonifica? Proprio in quel posto sono state spese ingenti somme per sistemare il fiume e, lungo il corso del fiume, vi era un percorso pedonale di grande pregio ambientale e di valore turistico-ricreativo. Oggi è scomparso anche il percorso pedonale e addio passeggiata. Qualcuno dovrà spiegare perché chi dovrebbe non interviene. Sono scomparsi anche gli ambientalisti?” conclude Saturnino Di Ruscio.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.