10212017Sab
Last updateSab, 21 Ott 2017 5pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Visite guidate per ripartire. Le Giornate del FAI a Monteleone di Fermo e Belmonte Piceno aprono scrigni preziosi

Monteleone Fai02

Ripartire con le visite guidate del FAI. I sindaci di Monteleone di Fermo e Belmonte Piceno: "Speriamo che questo possa aiutarci a ripartire e favorisca il turismo nelle nostre zone".

MONTELEONE DI FERMO – Saranno due dei 17 comuni del cratere della provincia di Fermo ad essere protagonisti della venticinquesima edizione delle giornate del Fai, in programma il 25 e 26 marzo prossimi, a Monteleone di Fermo e Belmonte Piceno.

“Speriamo che questo possa essere un segnale di ripartenza per il territorio” commenta il sindaco di Monteleone di Fermo, Marco Fabiani, cui fa eco il suo omologo di Belmonte Piceno, Ivano Bascioni: “Siamo entusiasti di essere protagonisti delle giornate del Fai, speriamo che queste possano essere un buon volano per il turismo”.  A guardare le mete oggetto di visita e gli eventi collaterali, lo saranno di certo. Monteleone farà visitare le tre chiese della Misericordia, di San Marone e di San Giovanni, la torre civica esagonale e il Palazzo comunale con l’archivio storico in esso contenuto. In più sarà visitabile anche la dimora di charme, che a Monteleone stanno sistemando e che, per l’occasione, vedrà completato il piano terra, dove il 25 marzo, su prenotazione e a 5 €, una chef maceratese farà un aperitivo per 100 persone, utilizzando prodotti tipici locali. “Pagheranno tutti, nessuno escluso” commenta il sindaco Fabiani, che aggiunge un dettaglio sul programma della prima giornata: “sempre sabato, alle ore 15, inaugureremo il restauro della fonte storica del 1500, fatta di mattoni e recuperata perché fa parte della storia (antica) del nostro paese”. Della storia più recente fanno invece parte i “vulcanelli” di fango, formatisi dopo il terremoto, e oggetto di un’apposita visita guidata domenica, giorno in cui al terrazzo Belvedere, alle 11, è organizzato un aperitivo, per il quale è consigliata la prenotazione. Il tutto circondato da un mercatino con gadgets promozionali del paese.

Nella vicina Belmonte Piceno chi parteciperà alle giornate del Fai potrà visitare la Chiesa di San Salvatore, il Museo Archeologico e la chiesa di Santa Maria in Muris. In collaborazione con la cooperativa ABA e l’officina Temporis, si parlerà anche di “Archeologia sperimentale”, titolo della manifestazione che il comune ha organizzato per sabato 25 e domenica 26 marzo. Il sabato, dalle ore 15.30, ci saranno i laboratori di tecnologie antiche per bambini, di ceramica e tessitura (prenotazioni al 3204160679) e, a seguire, dimostrazione di scheggiatura della selce e accensione del fuoco. “Tutte le dimostrazioni che faremo – commenta il sindaco Ivano Bascioni – cercheranno di seguire il più possibile le tecniche dell’epoca”. Tutto ciò sarà valido anche per le dimostrazioni di domenica, a partire dalle 16, quando si eseguiranno filature, tessiture, tinture, lavorazioni e fusioni del bronzo. Chiusura alle ore 18 con una conferenza sui Piceni, cui parteciperanno gli studiosi Nora Lucentini, Carla Di Cintio e Nunzio Giustozzi.

Chiara Morini

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.