09212017Gio
Last updateGio, 21 Set 2017 6am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Frana il Fermano: le criticità maggiori a Montefortino, M.S.Pietrangeli e Monteleone

tenna fiume alto

Chiusa la Lungotenna, che si spera di poter rendere transitabile a senso alternato nella giornata di domani se il fiume non salirà ancora.

MONTEFORTINO – “Piante sommerse dalla neve e di cui nulla sapevi che improvvisamente finiscono in mezzo alla careggiata. Piccoli tratti di colline che scivolano verso la strada. È un continuo”. I tecnici della Provincia di Fermo sono da questa mattina i azione in diversi punti del territorio. E dove non arrivano loro, ci sono i dipendenti dei Comuni alle prese con le temute e attese frane. Come sta accadendo ad Amandola dove sono state danneggiate le mura castellane.

“Dopo il terremoto, la neve e le frane - osserva Domenico Ciaffaroni, sindaco di Montefortino - ci sono state risparmiate solo le esondazioni, almeno per il momento. Lo dico a bassa voce, ricordando quello che è successo all'Ambro nel 2013, quando il torrente tracimò, provocando danni ingenti e modificando l'assetto idrogeologico del luogo”.

Una frana ha portato alla chiusura di una carreggiata, si procede a senso alternato, a Monte San Pietrangeli lungo la strada che porta a Santa Sofia, come da comunicazione via app sul cellulare del comune guidato da Paolo Casenove. Chiusa la Lungotenna, che si spera di poter rendere transitabile a senso alternato nella giornata di domani se il fiume non salirà ancora. Franette, senza conseguenze per la viabilità, nei territori di Montelparo e Montottone. Monitorata, con probabile chiusura domani, di una provinciale secondaria a Monteleone. “Allertato tutto il personale a disposizione, con i cantonieri in prima linea.

r.vit.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.