10182017Mer
Last updateMar, 17 Ott 2017 8pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Parte un colpo di pistola, paura alle poste. Rapinatore bloccato da due dipendenti dell'ufficio di Servigliano

carabinieri web2

A quel punto, altri due dipendenti trovavano il coraggio di reagire e riuscivano a disarmarlo chiamando nel frattempo i carabinieri che nel giro di pochi attimi erano già dentro le Poste.

SERVIGLIANO – Si è fatto 500 km per provare a rapinare l’ufficio postale di Servigliano. Ma F.Z., 22enne pugliese, ha commesso due errori. Il primo è provare a colpire alle 13, quando le poste sono piene. Il secondo è farlo nella zona in cui gravitano i carabinieri guidati dal comandante Giglio.

Il giovane è entrato con il volto coperto da passamontagna in Via Caduti di Nassiriya nr. 1 e, puntando una pistola alla cassiera, tentava di farsi consegnare l’incasso. A quel punto, altri due dipendenti trovavano il coraggio di reagire e riuscivano a disarmarlo chiamando nel frattempo i carabinieri che nel giro di pochi attimi erano già dentro le Poste. Durante la colluttazione il momento di massimo spavento, quando la Beretta calibro 9 cadendo ha esploso un colpo che per fortuna è finito contro il battiscopa dell’ufficio.

La pistola è stata sequestrata e al suo interno c’erano anche altri cinque colpi pronti per essere usati. Ora i carabinieri di Montegiorgio, che hanno effettuato i rilievi, stanno cercando di capire se fosse stato il 22enne a colpire nei giorni scorsi due tabaccherie terrorizzando la zona. L’arrestato è stato tradotto presso la Casa di Reclusione di Fermo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

r.vit.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.