05212019Mar
Last updateMar, 21 Mag 2019 1pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

Iscriviti al nostro canale Youtube

Liliana Segre, la senatrice sopravvissuta ad Auschwitz, a Servigliano: la memoria rende liberi

segre

Appuntamento quindi al 23 aprile. “Una data che – ribadisce Giordano Viozzi, presidente Casa della Memoria - resterà scolpita nelle pagine. Ricordo altri momenti importanti, vissuti in passato, legati a figure storiche come Giorgio Perlasca".

SERVIGLIANO – “Sono pessimista: temo che man mano che noi testimoni saremo morti tutti la Shoah diventerà una riga in un libro di storia e poi nemmeno quella”. Anche per questo, per evitare quello che teme, che Liliana Segre non si ferma mai e nonostante gli 88 anni porta la storia dove la vogliono conoscere o dove si respira da sempre. È il caso di Servigliano: la senatrice a vita, la donna che ha saputo superare Auschwitz, sarà ospite alla Casa della Memoria prima e al teatro comunale poi (ore 12) per l'incontro pubblico.

Una giornata intensa quella che aspetta la senatrice, resa possibile da Francesco Verducci con il suporto del sindaco Marco Rotoni e del presidente della Casa della Memoria, che si trova nel centro dell’ex campo di prigionia da cui partivano treni per i campi di concentramento.

“Per la nostra comunità si tratta di una giornata storica – commenta il sindaco di Servigliano, Marco Rotoni –. Le vicende del nostro campo sono note a tutti nel mondo: decine di pubblicazioni narrano storie intrise di sangue e atroci sofferenze”. Un campo in cui, tra l’ottobre 1943 e il maggio 1944, vennero internati 61 ebrei, molti dei quali deportati e uccisi ad Auschwitz. La Segre, dopo una visita al Campo incontrerà gli alunni e i cittadini per parlare di come “La Memoria rende liberi”. “È una delle ultime sopravvissute all’olocausto, l’incontro con gli studenti resterà un momento indimenticabile” prosegue il sindaco.

Appuntamento quindi al 23 aprile. “Una data che – ribadisce Giordano Viozzi, presidente Casa della Memoria - resterà scolpita nelle pagine. Ricordo altri momenti importanti, vissuti in passato, legati a figure storiche come Giorgio Perlasca, cui è dedicato il piazzale del Campo, e Keith Killby, fondatore del Monte San Martino Trust”. Soddisfatto il senatore Verducci, che alal casa della Memoria è particolarmente legato: “La visita della senatrice Segre ha un enorme valore simbolico e significato civile. Le sue parole e la sua testimonianza sono un antidoto contro il veleno dell'intolleranza e della discriminazione”.

r.vit.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Ponte di Rubbianello: cinque anni di nulla dopo il crollo

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.