07172019Mer
Last updateMer, 17 Lug 2019 11am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Due facce per il Natale del terremoto: la gioia dell'Ambro e le dure parole del cardinale: 'Sisma dimenticato'

pennachcioambro

Lo Stato, purtroppo, non ha la stessa capacità di azione della Carifermo. “Dobbiamo tenere conto - ha aggiunto il cardinal Bassetti - che quattro regioni sono state coinvolte: L'Umbria, le Marche, il Lazio e l'Abruzzo, e siamo ancora nell'attesa della ricostruzione di case e di attività produttive".

di Raffaele Vitali

MONTEFORTINO – I due volti del post terremoto. Mentre l’arcivescovo di Fermo Rocco Pennacchio, riaprendo il santuario della Madonna dell’Ambro alzava al cielo il ‘bambinello’ prima di posizionarlo nel presepe come simbolo di rinascita, di riscatto, a un centinaio id chilometri di distanza il presidente della Cei risvegliava le coscienze dei politici. “Siamo di fronte a un terremoto dimenticato, quello del centro Italia”. L’omelia di Natale è stata l’occasione per lanciare il suo messaggio, perché di Carifermo, con un milione di euro ha restaurato la chiesa incastonata tra i Sibillini, ce ne sono poche in giro, come di sindaci che senza aspettare la burocrazia entrano e mettono in sicurezza il salvabile, come fatto da Ciaffaroni dopo le prime scosse. Lo Stato, purtroppo, non ha la stessa capacità di azione.

“Dobbiamo tenere conto - ha aggiunto il cardinal Bassetti - che quattro regioni sono state coinvolte: L'Umbria, le Marche, il Lazio e l'Abruzzo, e siamo ancora nell'attesa della ricostruzione di case e di attività produttive. Il dramma odierno di questa ricostruzione, che funziona e non funziona, è la tanta gente che se ne è andata e chissà se potrà tornare. Questa - ha aggiunto - è una situazione veramente preoccupante e confidiamo ancora nelle istituzioni affinché si superi ogni ostacolo burocratico con programmi precisi per una ricostruzione più veloce ed efficace per contrastare lo spopolamento di alcuni dei borghi più belli d'Italia. Il mio augurio di Natale è che questa macchina burocratica, così complessa, si possa sbloccare”.

Una speranza che coinvolge tutti i comuni del cratere e che la riapertura dell’Ambro, di fronte a prefetto, onorevoli e sindaci, almeno simbolicamente, vuole stimolare sperando nell’emulazione.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.