08142018Mar
Last updateMar, 14 Ago 2018 2pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Lentezza, biodiversità, integrazione: Somaria porta la natura nella storia e incorona 'le capre felici' di Agitu

somaria 2018

Oggi è anche il giorno in cui la storia si sposa con il presente, con chi ha fatto della sua vita un simbolo: alle 19, infatti, all’interno della Cuma, verrà conferito il titolo di “Grande Ammi-Raglio d’Italia” ad Agitu Idea Gudeta.

MONTE RINALDO/ORTEZZANO – A passo d’asino in mezzo alla storia, tra la natura e i diritti umani. Si apre oggi una tre giorni dedicata all’animale simbolo della fatica, della fedeltà della determinazione. E si apre all’interno della Cuma di Monte Rinaldo, dove sono appena terminati importanti ricerche sui reperti: “Abbiamo la conferma di come il santuario si presenti, nei secoli, un luogo di inclusione, dove hanno convissuto fianco a fianco la cultura picena e quella romana. E tutto ciò rientra in pieno nello spirito di Somaria” spiega il sindaco Borroni. Ma oggi è anche il giorno in cui la storia si sposa con il presente, con chi ha fatto della sua vita un simbolo: alle 19, infatti, all’interno della Cuma, verrà conferito il titolo di “Grande Ammi-Raglio d’Italia” ad Agitu Idea Gudeta, donna etiope fuggita dal suo Paese in nome della libertà e delle lotte contadine contro il land grabbing e che ha deciso di vivere in Trentino allevando una razza di capre in via d’estinzione, le Mochene, da cui ricava con metodi antichi e tradizionali il latte.

Una sesta edizione ricca quella organizzata da Carlo Pagliacci, presentata all’interno degli spazi della Cia, la Confederazione italiana agricoltori di Fermo. Ci crede la Valdaso e si compatta attorno agli asini. “Biodiversità e il giusto rapporto con la natura sono due valori in cui noi crediamo ce che la famiglia Tuzi, proprietaria dell’area in cui si svolge la festa, rappresenta pienamente”.

Torna domenica la partita di calcio camminato, elogio massimo della lentezza, ci saranno, grazie alla collaborazione con la Pro loco di Monte Rinaldo le cinturelle alla jervicella, grano autoctono di alta qualità, e hamburger biologici, così come le cacciannanze “che sono un piatto tipico del nostro territorio perfettamente in linea con la filosofia di Somaria” ricordano gli organizzatori.

A Massimo Del Gatto, presidente dell’associazione Somaria, il sunto finale: “Tanti appuntamenti della festa, dalle passeggiate con l’asino al mercatino, dai laboratori ai concerti musicali, dalle presentazioni di libri alle sedute di yoga. Una kermesse di attività tutte ispirate alla lentezza ed al quieto vivere, una pratica che Somaria intende promuovere e diffondere fino al 22 luglio per ogni info (giornate piene dalle 10 del mattino all’arrivo delle stelle) è consultabile sulla pagina facebook Somaria”.

r.vit.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.