09192018Mer
Last updateMar, 18 Set 2018 6pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Se cercate un luogo magico, seguite il faro: a Pedaso la natura fiorisce con l'Hanami

ciliegi1
ciliegi2

I fiori sono pronti, la speranza è che resistano. “Chi vuole può organizzarsi il suo picnic, ma siccome Hanami oltre che natura è cultura e cibo, tanti saranno gli angoli gastronomici”.

PEDASO – In cammino verso il cielo, sapendo che poi, dietro l’ultima curva c’è un paradiso fatto di fiori, di alberi, di natura. È questo che Pedaso rispetto ad altri territori ha ed è su questo che si investe, grazie alla volontà di Luigi Bruti che ha avuto il coraggio di aprire le porte della sua struttura ricettiva rendendola per un giorno un luogo di tutti.

Crescono i ciliegi e cresce anche l’Hanami di Pedaso, con il nuovo logo creato dalla Good Idea Style di Monterubbiano per promuovere il 25 aprile alternativo. Settima edizione della giornata dedicata alla “natura che sboccia” spiega Paolo Concetti, che da vicesindaco l’ha promossa insieme a Luigi Bruti, patron della Contea dei Ciliegi, e che oggi continua a seguire. 80mila metri quadri di parco, 2500 ciliegi, di cui 500 da frutto sono la cornice.

I fiori sono pronti, la speranza è che resistano. “Chi vuole può organizzarsi il suo picnic, ma siccome Hanami oltre che natura è cultura e cibo, tanti saranno gli angoli gastronomici”. Collaborazione con Umami, il ristorante giapponese di Porto San Giorgio, per essere sempre più credibili.

Con il settimo anno è nata Sakura Marche, un’associazione che vuole portare la festa fuori da ogni confine proprio sotto la guida di Luigi Bruti e Paolo Concetti. Partendo da una certezza: il patrocinio dell’ambasciata del Giappone che sarà rappresentata dalla responsabile culturale Yuko Yoshimura, che è la referente di tutte le iniziative che il Giappone ritiene di rilievo in Italia.

Butterfly sotto i ciliegi, con la cantante lirica Patrizia Perozzi che vestirà costumi originali, è la novità musicale da non perdere, vista anche la narrazione di Paolo Santarelli. Confermati gli aquiloni in volo, con un laboratorio didattico dedicato ai bambini che potranno costruire il loro giocattolo carico di sogni.

Nel 2012 le presenze furono 200, poi 600, 2mila, 4mila, 10mila e 11mila un anno fa. “Ogni anno siamo arrivati un po’ impreparati. Quest’anno siamo partiti da tutti i post negativi ricevuti e abbiamo cercato di migliorare ogni aspetto”.

Si parte dalla logistica. Tre parcheggi consigliati a Pedaso con bus navetta gratuiti, ogni 20’, dal Simply, dalle scuole medie lungo la Valdaso e dal supermercato Tigre. Restano i posti per 1200 auto vicino alla struttura, mentre per i diversamente abili sono garantiti, fino all’esaurimento, posti all’interno della struttura.

Capitolo bagni: saranno 12, per alleviare le lunghe file. E raddoppiano anche le casse per il cibo: saranno 4, come crescono gli stand gastronomici che diventano 11. “Molto più cibo giapponese, ma anche numerose attività e le immancabili due Pro Loco di Pedaso e Campofilone” ribadisce Bruti.

Alla logistica contribuisce l’Amministrazione: “Questa manifestazione dà lustro alla nostra città, ma in realtà lo dà a tutto il territorio. E avere al nostro fianco Campofilone fa crescere la nostra soddisfazione. Il patrocinio della regione Marche è la riprova che stiamo lavorando bene” aggiunge il vicesindaco Carlo Bruti.

“Poche manifestazioni danno i risultati di Hanami. Esserci è un dovere che diventa un piacere. La contea è baricentrica tra i nostri due comuni, un segno che da qui ci si deve muovere per accrescere la collaborazione” chiosa ercole D’Ercoli, primo cittadino di Campofilone. E se il tempo lo permetterà, entreranno in azione gli operai comunali per rendere utilizzabile anche il percorso pedonale che dal faro arriva alla contea dei ciliegi.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.