04202018Ven
Last updateGio, 19 Apr 2018 7pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Slow Food Fermano si prepara a cambiare i vertici: al Didacus si chiude l'era Silenzi

slowfoodfermano

Ospite è Ugo Pazzi, presidente Slow Food Marche che vuole mandare un segnale importante a questo territorio in cui la condotta si è ben mossa.

LAPEDONA – Pomeriggio e sera slow, ma con tanto food. L’associazione che promuove il buon cibo e la corretta alimentazione si riunisce al ristorante Didacus di Lapedona. Una serata importante perché verrà scelto il nuovo fiduciario, in arte presidente.

“Carissimi soci e simpatizzanti, vi aspettiamo – sottolinea Luigi Silenzi, coordinatore dello Slow Food da diversi anni  - per il congresso”. Appuntamento da Didacus domani alle 18. Tanti i punti all’ordine del giorno, oltre che l’elezione del nuovo comitato. I soci, dopo aver ascoltato la relazione di Silenzi, ragioneranno sull’attività da promuovere in futuro, oltre che eleggeranno i delegati al prossimo congresso regionale. Ad arricchire la giornata saranno le testimonianze di due produttori Slow Food: Fausto Fazi, che realizza le confetture ‘Nonna Maria’ a Lapedona e Edoardo Batassa, produttore di pecorino a Gualdo.

Ospite è Ugo Pazzi, presidente Slow Food Marche che vuole mandare un segnale importante a questo territorio in cui la condotta si è ben mossa.  Per i più fortunati, sono già esauriti i 50 posti a disposizione, la cena gourmet preparata dai cuochi di Matteo Tassotti, titolare del ristorante

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Fede, giovani e integrazione: i primi pensieri fermani di monsignor Pennacchio

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.