01232018Mar
Last updateLun, 22 Gen 2018 8pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Un ricco programma. Giorgio Pasotti 'finisce' nella rete Treatrale di Pedaso, Campofilone e Altidona

treatralebruti

Tutti gli spettacoli a 6 euro e il solo Pasotti a 10 euro: a disposizione 370 posti a Pedaso, 130 posti per Altidona e 140 Campofilone.

FERMO – Tre per uno, per la terza volta, perché la rete, tra Pedaso, Campofilone e Altidona, funziona. Di certo a livello culturale, può crescere a quello turistico e infrastrutturale. Ma almeno ci sono le basi. Ecco che torna Treatrale, la stagione che ha avuto come prequel lo spettacolo di Linda Valori e che quest’ano porta anche attori di livello nazionale, come Giorgio Pasotti, tra locali e diversità di generi. “Sinergia e collaborazione, qualche miglior casa della provincia” sottolinea Stefano Pompozzi, vicepresidente dell’ente che vuole sempre più essere casa dei comuni. “Sono bravi, vanno oltre le difficoltà economiche e danno un segno importante investendo parte del bilancio” prosegue. “Il primo obiettivo che ci siamo dati era di aprire piccoli teatri, coniugandoli a quello più grande di Pedaso. Fare dei teatri un luogo di incontro tra le tre realtà e tra gli amministratori, che grazie a questa rassegna ci permette di crescere e modificare, aggiustando le scelte in base alle risposte” spiega il vicesindaco Porrà. “Una proposta varia e originale, di qualità che non teme confronti con realtà più grandi del territorio che hanno molte più risorse” aggiunge l’assessore alla Cultura di Pedaso. Ogni comune ha tre appuntamenti. Tutti gli spettacoli a 6 euro e il solo Pasotti a 10 euro: a disposizione 370 posti a Pedaso, 130 posti per Altidona e 140 Campofilone

Il programma

Campofilone, ovvero letteratura sul palco, come spiega l’assessore D’Alessandro

Si parte il 28 gennaio con ‘Le false confidenze’ che analizza il tema dell’amore tra affari e compromessi passando dalla risata alla riflessione; l’11 marzo ‘Novecento, la leggenda del pianista’ che si si ispira all’opera di Baricco ed è affidato al regista attore Peccenini; 8 aprile ‘Misura su misura’ con la scuola di teatro di Tosoni Proscenio Lab che porta in scena una rivisitazione dell’opera di Shakespeare.

Altidona, risate in libertà, nelle parole di Giuliana Porrà.

Venerdì 12 arrivano Macchini e Gallucci, con una risata che fa anche riflettere; 25 marzo ‘Le intellettuali’ con la compagnia Il Melograno di Montegiorgio; 4 aprile ‘Le scagnarate’ per chiudere la stagione Treatrale con Tosoni regista e attore protagonista.

Pedaso, scene nazionali e dialettali, nelle mani di Carlo Maria Bruti.

4 febbraio arriva il dialetto con ’sse cose porta male’ che fanno riflettere sulla morte e il dopo di noi; 18 febbraio ‘Cantata dei giorni pari’ con un tributo a Eduardo De filippo affidato a Pierluigi tortora, tra le migliori spalle di Tony Servillo; 18 marzo ‘Forza, il meglio è passato’ con un one man show di Giorgio Pasotti che ripercorre storia e personaggi della letteratura.

Raffaele Vitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Fede, giovani e integrazione: i primi pensieri fermani di monsignor Pennacchio

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.