03252019Lun
Last updateLun, 25 Mar 2019 9am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

Iscriviti al nostro canale Youtube

Tira il vento, l'eliambulanza non decolla, 78enne rischia di morire. Salvato dal primario di Amandola

eliambulanza logo

In questo caso se non fosse stato per gli uomini guidati dal dottor Zega, per il 78enne non ci sarebbe stato nulla da fare, visto che Amandola non ha neppure un anestesista a disposizione del pronto soccorso.

di Raffaele Vitali

AMANDOLA – L’eliambulanza non vola e un 78enne rischia di morire. È accaduto venerdì a mezzogiorno. Come mai non si è alzata in volo? Troppo vento. Ma non una bora triestina. A dimostrazione della non efficienza del sistema sanitario montano.

Un aneurisma ha colpito il signore, il 118 ha allertato l’eliambulanza, che doveva arrivare dall’Abruzzo, visto che spesso le Marche si appoggiano a L’Aquila. Un sistema che provoca una mobilità passiva. Ma solo se arriva.

In questo caso se non fosse stato per gli uomini guidati dal dottor Zega, per il 78enne non ci sarebbe stato nulla da fare, visto che Amandola non ha neppure un anestesista a disposizione del pronto soccorso. A quel punto il protocollo ha previsto il trasporto a Fermo. Ma una volta arrivato all’ospedale, vista la gravità, è stato inviato ad Ancona. Sono passate quattro ore, poteva morire. Ma la bravura del primario di medicina, Zega, ha permesso all’uomo di sopravvivere.

Torna così in auge il problema di una gestione dell’emergenza che Ceriscioli, presidente della regione, ha annunciato di voler affrontare con un sistema multiregionale che permetta l’uso di una eliambulanza per tutte le 24 ore e, soprattutto, anche di notte e in caso di maltempo.

Ma di tempo ce ne è poco, perché i malori non hanno i tempi della politica e delle loro decisioni. Inutile parlare di ospedale nuovo, in questo caso, se nel mentre non si mantiene in funzione e si migliora quel che c’è.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Ponte di Rubbianello: cinque anni di nulla dopo il crollo

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.