07222017Sab
Last updateSab, 22 Lug 2017 1pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

La svolta di Marina di Altidona, Lanciotti: "Spiaggia per animali, chalet sportivo e nuovo lungomare"

altidonanews

Il rinnovamento è iniziato con la concessione marittima appena assegnata, dopo che ha vinto il bando, all’ex bomber dell’Ascoli Lorenzo Scarafoni. È nato così Sant’Andrea.

di Raffaele Vitali

ALTIDONA – Non ha mai avuto la bandiera blu, ma nel 2018 oltre al vessillo ambito Marina di Altidona potrebbe prendersi anche la palma di miglior spiaggia del fermano. E tutto con una programmazione spalmata nel tempo che si prepara a accogliere i frutti. La notizia sono i 4milioni di euro in arrivo da parte di regione Ferrovie dello stato per la difesa della costa. Ma a questo il sindaco Enrico Lanciotti ha inserito una programmazione mirata con nuovi marciapiedi, una piazza creata da zero (inaugurazione sabato alle 19) per dare un luogo di aggregazione al quartiere mare e il piano spiaggia che modificherà lo skyline della spiaggia sassosa con la novità di uno chalet per animali e uno sportivo.

“Siamo partiti con una richiesta di 100mila euro per sistemare la scarpata. Siamo saliti a 400mila e infine, incontro dopo incontro, sono arrivati 4milioni di euro. Quando devi trattare con le Ferrovie ci vuole grande pazienza” sottolinea il sindaco. Che è atteso, dopo aver incassato i soldi, anche dalla sfida della spesa, visto che per un piccolo comune la gestione di somme così importanti è complessa. “Soggetto attuatore è il Comune, ma ci avvarremo del Provveditorato opere pubbliche con cui stiamo definendo la convenzione”. La quota parte del finanziamento del comune è il progetto preliminare, costato poco più di 10mila euro. Poi lo studio preliminare ambientale pre Via, circa 20mila euro, fatto con l’Università Politecnica: “E per riuscire in questo è stato lungo il lavoro, ma la grande cifra premia un lungo e importante sforzo”.

Tempistiche non definite, ma ci sono certezze. “I soldi sono stanziati, ora definiamo il cronoprogramma. Le Ferrovie le hanno messe a bilancio. Molto dipenderà dal mare. Sarebbe buono partire a inizio 2018”. E alla fine, il lungomare di Altidona cambierà: “Spero di aver completato i lavori delle scogliere e poi nel corso degli anni il lungomare che si allungherà di tre chilometri e con il nuovo piano spiaggia darà servizi grazie a concessioni innovative”.

Il rinnovamento è iniziato con la concessione marittima appena assegnata, dopo che ha vinto il bando, all’ex bomber dell’Ascoli Lorenzo Scarafoni. È nato così Sant’Andrea. “Gli abbiamo chiesto esplicitamente di partire entro la stagione. Ci sono riusciti con ombrelloni e un punto ristoro. L’anno prossimo la struttura verrà ampliata”. Per il Comune non c’è incasso, è il demanio a riscuotere il canone, ma il concessionario si è impegnato in alcune migliorie della zona, come la pulizia del verde nella scarpata. “Ha avuto coraggio, considerando che c’è sempre la Bolkestein che incombe”.

Ma ora le due grandi novità del nuovo piano spiaggia che andranno a bando nei prossimi mesi: “Dopo lo chalet Laguna Beach previste due nuove concessioni. Una sportiva e una verso il fiume per animali. Abbiamo un enorme fronte mare (foto) che si presta per queste due tipologie di concessioni”. E che Altidona sia ‘amica’ degli animali lo dimostra anche che è stata inserita un’area animali a nord, verso i campeggi: “Il problema animali in spiaggia è molto sentito. Così veniamo incontro a esigenze di tutti, da chi ama gli animali a chi invece li teme o vuole quiete”.

Il 2018 come anno chiave, ma non sarà l’anno della ciclabile: “I 4 milioni non la prevedono, per quella cercheremo di inserirci nel piano europeo della regione Marche della ciclovia adriatica”.

@raffaelevitali 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Il ritorno in vita della caretta caretta

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.