Auto rubata e attrezzi da scasso, nei guai una ventenne di Monte Rinaldo

carabinieri posto blocco 2

A Porto Sant'Elpidio i carabinieri hanno notato un uomo, un bosniaco di 35 enne, risultato senza fissa dimora, che si aggirava con fare sospetto in un parcheggio del centro città.

MONTE RINALDO - Ricettazione e possesso di arnesi da scasso: sono i reati per i quali è stata segnalata all'Autorità giudiziaria una 23enne, di Monte Rinaldo da parte dei carabinieri di Petritoli.

Ieri sera, i militari avevano intercettato e bloccato l'auto di grossa cilindrata alla cui guida c'era la ragazza. La macchina che stava circolando a Petritoli è risultata rubata il 26 gennaio scorso, ad un 65enne di Monte Urano.

Da ulteriori controlli condotti all'interno dell'abitacolo, sono stati rinvenuti arnesi da scasso e strumenti di parrucchieria che risultavano rubati il giorno prima da un centro di bellezza di Loro Piceno.

L'auto è stata riconsegnata al legittimo proprietario, mentre il materiale rinvenuto è stato sottoposto a sequestro penale e la ragazza segnalata all'Autorità giudiziaria.

Poche ore prima, i carabinieri della stazione di Porto Sant'Elpidio, nell'ambito dei controlli mirati a contrastare i reati predatori, hanno notato un uomo, un bosniaco di 35 enne, risultato senza fissa dimora, che si aggirava con fare sospetto in un parcheggio del centro città.

Lo hanno fermato per i controlli del caso, ma l'uomo continuava a mostrare segni di nervosismo e agitazione che hanno ulteriormente insospettito i militari che gli hanno rinvenuto addosso strumenti e arnesi da scasso per il cui possesso il bosniaco non è riuscito a dare valide giustificazioni. E' scattata la segnalazione all'Autorità giudiziaria.