08182017Ven
Last updateGio, 17 Ago 2017 3pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Pedaso. Porticciolo insabbiato, 50mila euro pronti. Ma le analisi bloccano i lavori

porticciolo sabbia
porticciolosabbiaingresso

Nel mentre i pescatori si sono dovuti spostare a Porto San Giorgio. “In attesa di fare il lavoro, avremmo voluto creare un piccolo corridoio per far passare alcune barche, ma il livello ormai è così basso che temo non sia più possibile” conclude il sindaco Toce.

PEDASO – La sabbia dentro il ‘porto’ di Pedaso c’è ed è tanta. Impensabile utilizzarlo per i cinque pescatori di Pedaso, impensabile che ci possa parcheggiare qualcuno la sua piccola barca. È in difficoltà il porticciolo di Pedaso, struttura realizzata con fondi europei nel 2004. “Un valore aggiunto diventato un punto di riferimento per i pescatori” sottolinea il sindaco Barbara Toce. Che incassa le critiche, prima di rilanciare. Il problema è che i lavori effettuati al tempo non erano finalizzati a creare un porto, come dimostra la classificazione dello specchio d’acqua in ‘spiaggia attrezzata’ ma al dare un luogo che favorisse la piccola pesca. È in questo modo che l’allora amministrazione Monaldi seppe intercettare i fondi europei facendo fare il salto di qualità a Pedaso. “Non è un porto, non è una darsena, perché da un punto di vista giuridico non ha una qualificazione tale per cui puoi dire alla regione Marche bisogna dragare o interventi”.

Nell’arco di questi anni il Comune è sempre riuscito a intervenire, partendo dal fatto che ci sono i pescatori, e a ‘dragare’ sabbia usandola per il ripascimento. “Servirebbero più soldi, ma se non ci sono i soldi per Porto San Giorgio e San Benedetto del Tronto, noi scaliamo ancora di più nella priorità di intervento”. Fino a oggi, infatti, anche nei due principali porti della zona solo interventi tampone per garantire la stagione.

Ora si spera in un progetto nel Italia-Croazia, per la macroregione Ionica, e l’arrivo di ingenti risorse europee. L’anno scorso Pedaso ha investito 45mila euro, quest’anno 50mila per i lavori che devono ancora partire. E non per colpa del Comune, ma per lunghezze burocratiche: “Solo le analisi costano 8mila euro, il resto lo useremo per dragare. Stiamo aspettando i risultati dell’analisi e nel giro di poco tempo agiremo. Se i lavori partiranno a breve, la sabbia verrà fatta decantare e poi usata per il ripascimento. Altrimenti la useremo dal mare con il pontone, facendola arrivare poi sulla battigia con la corrente”.

Nel mentre i pescatori si sono dovuti spostare a Porto San Giorgio. “In attesa di fare il lavoro, avremmo voluto creare un piccolo corridoio per far passare alcune barche, ma il livello ormai è così basso che temo non sia più possibile” conclude il sindaco Toce.

Raffaele VItali

redazione@laprovinciadifermo.com 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Molotov contro i vigili di Fermo, il sindaco: "Chi sa, parli"

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.