05262017Ven
Last updateGio, 25 Mag 2017 9pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Ladri in Comune a Campofilone, rubano un'auto e la cassaforte. Il sindaco: "Ritrovato tutto"

campofiloneladri

“Di fronte a questo quadro negativo, c’è per fortuna una nota positiva. Perché i ladri hanno fatto poca strada e hanno abbandonato l’auto che abbiamo ritrovato questa mattina” prosegue il sindaco.

CAMPOFILONE – I ladri in Comune a Campofilone. Durante la notte hanno forzato una porta laterale e sono entrati. Una volta dentro hanno forzato ogni porta interna. Avevano un obiettivo chiaro: la cassaforte. “Hanno spostato quadri e scrivanie. L’hanno trovata, hanno provato a tagliarla con una mola. C’era polvere ovunque” racconta il sindaco Ercole D’Ercoli. Ma non ci sono riusciti. Non hanno però mollato la presa, sono scesi sotto, al deposito comunale, e hanno preso un materasso, di quelli usati per i militari durante le campagne elettorali. Sopra il materasso hanno caricato la cassaforte, smurata, e l’hanno spinta fuori, trascinandola per le scale. Una volta fuori hanno caricato la pesante cassaforte dentro una macchina del Comune e sono scappati.

“Di fronte a questo quadro negativo, c’è per fortuna una nota positiva. Perché i ladri hanno fatto poca strada e hanno abbandonato l’auto che abbiamo ritrovato questa mattina” prosegue il sindaco. Il colpo era stato ben studiato. Infatti i ladri, forse quattro, sono arrivati a piedi. Sapevano cosa cercare, “forse pensavano di trovarla piena di soldi e invece c’erano poche decine di euro”, e sapevano come muoversi. Quello che è andato storto è che la mola ha fallito. “Ma dovevano aver pianificato anche questo, perché con la macchina del Comune si si sono fermati nel cortile di una casa disabitata poco distante. Sono entrati e al piano terra, con tutta calma, hanno aperto la cassaforte, tagliandola. È qui che si sono resi conto che non c’era quanto cercato e sono scappati lasciando l’auto e tutto il contenuto, documenti e voucher appena acquistati inclusi”.

Lì avevano la loro macchina che ora i carabinieri di Pedaso, questa mattina sul posto anche il maresciallo Marra, stanno cercando. Qualcosa potranno dire le telecamere, posizionate all’ingresso del paese. “Il danno vero sono le porte e la cassaforte, parliamo di qualche migliaio di euro. Andavano mirati, volevano contanti. Per fortuna ci hanno lasciato l’auto, una vecchia Punto che per noi è fondamentale” conclude Ercole D’Ercoli.

Raffaele Vitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Loira ricorda il carabiniere Beni

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.