06262017Lun
Last updateDom, 25 Giu 2017 5pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Falerone, ecco la nuova scuola da due milioni progettata dal Politecnico di Torino

locandina conferenza 24 marzo 3 1

Il futuro dei luoghi di apprendimento protagonista oggi al Fermo Forum nel covengo organizzato dalla Betti.

FALERONE/FERMO – Una nuova scuola non è solo una notizia, è un evento. E a Falerone sono già in attesa id veder partire il cantiere che porterà alla sostituzione della vecchia scuola don Bosco danneggiata dal terremoto con una nuova, proiettata nel terzo millennio. E per farla al meglio, il Governo ha affidato la progettazione a un team di ingegneri del Politecnico di Torino. E il project leader, Massimo Crotti, sarà oggi a Fermo, relatore all’importante convegno organizzato dall’Isc Betti, assieme alla Nardi e alla scuola di Falerone, dedicato a Ri-costruire gli ambienti di apprendimento.

Ma prima di prendere il treno per fermo, direzione Fermo Forum dove chiuderà il convegno che si apre alle 16.30, Crotti ha parlato con La Stampa di Torino e ha presentato il progetto che incrocia architettura, impiantistica, illuminazione, acustica. Crotti, con Sebastiano Foti, non ha dubbi: “Cantiere aperto entro l’estate e scuola finita per la campanella di settembre”. Sarebbe un piccolo miracolo. Ma del resto, una scuola fatta come dice Crotti lo è.

Dopo un sopralluogo a febbraio, “Falerone non è amatrice, ma ci sono molti edifici puntellati e i danni sono visibili”, il team torinese ha preparato il progetto. “La nuova struttura, di 1700 metri quadrati, antisismica, è pensata per essere uno spazio aperto alla collettività: oltre ad ospitare 150 allievi – spiega Crotti alla Stampa - avrà spazi sportivi, un auditorium, la biblioteca. Punterà sul rapporto con la natura”. Natura che sul tetto garantirà l’energia grazie a 400 pannelli solari. “Le facciate saranno rivestite con legno di larice: useremo materiali, compresi gli isolanti in fibre di rocce e vetro, quasi completamente riciclabili”. Il tutto racchiuso in una struttura d’acciaio, che diventerebbe facilmente smontabile in futuro. Il tutto con due milioni di euro.

redazione@laprovinciadifermo.com 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Loira ricorda il carabiniere Beni

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.