06262017Lun
Last updateLun, 26 Giu 2017 6am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Pedaso città d'arte: pubblico, Bimb, e privato, Marcantoni, tra quadri e reading

ceraunavolta

Si susseguono iniziative e questa settimana sono due quelle imperdibili che coniugano pubblico e privato.

PEDASO – La galleria è aperta, ma serve ‘evento per attirare la gente. Ci prova la famiglia Marcantoni ad acculturare il territorio. Una sfida non semplice, anche a Pedaso dove l’arte è di casa grazie alla galleria di arte contemporanea privata e alla Bimp che il Comune vede sempre più come sala di esposizione. Si susseguono iniziative e questa settimana sono due quelle imperdibili che coniugano pubblico e privato.

La prima domani nella Biblioteca multimediale in cui si chiude l’esposizione che ha coinvolto 12 artisti: Sandrino Agostini, Giorgio Asuni, Allan Boccatonda, Claudia Cicchese, Curzia Curi, Maura de Carolis, Valerio Fiorentini, Vincenzo Massari, Sandro Mori, Marco Napoleoni, Adelaide Natali e Elisabetta Stortoni. “Per noi – spiega Paolo Concetti – la Bimp è uno spazio dedicato alla promozione della cultura, siamo felici di ospitare questa iniziativa e ringrazio l'associazione OverArt, coorganizzatrice dell'evento che è sempre vicina a questo eventi culturali, promossi dal Comune di Pedaso”. Domani sera durante la serata, dalle 21.15, ci sarà un reading musicale con la presenza di Maurizio Falconi alla chitarra e Mirko Ciaralli al basso, accompagnate dalla letture a cura "La Maison de Poupée".

Secondo appuntamento sabato alle 17.30 con il privato, alla Galleria Marcantoni in cui si chiude la mostra "C'era una volta il west" di Luca Zampetti. Per far riflettere gli appassionati, Marcantoni ha organizzato una tavola rotonda “sulle varie sfaccettature del collezionismo nel mondo dell'arte. Un modo per affrontare curiosità e modalità eterogenee che portano ad avere e volere un'opera d'arte”. Relatori d’eccezione il professor Settimio Marzetti, Roberto Capponi e Andrea Spalletti, moderati da Daniele Taddei.

Ad abbellire la serata ci saranno i "profumi del marmo" di Sara Vannucci. “I Profumi nascono dalla felice intuizione di una giovane industriale di Carrara che ha voluto associare il materiale nobile della sua terra ad alcune fragranze che riuscissero ad evocare ricordi ed emozioni che solo questo territorio riesce a trasmettere. Calacatta, Statuario, Arabescato, Portoro e Bianco Carrara cinque marmi con declinazioni molto diverse data la loro struttura morfologica e le loro caratteristiche di percezione visiva che vengono associati all’architettura, alla scultura e al mondo del lusso in generale” spiegano gli organizzatori.

r.vit.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Loira ricorda il carabiniere Beni

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.