01212017Sab
Last updateSab, 21 Gen 2017 7am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Non c'è mistero per la Procura, il caso Roberto Straccia è chiuso. Il padre: "Non ci arrendiamo"

stracciachilhavisto

I genitori erano convinti che potesse essere stato l’assassino. Ma anche i magistrati di Campobasso hanno detto che non c’è mistero dietro al morte.

MORESCO – E’ la fine, questa volta davvero, dell’indagine sulla morte di Roberto Straccia. Prima l’archiviazione del gup del Tribunale di Pescara a inizio 2016, ora quella della Procura di Campobasso che ha bloccato le indagini sulla scomparsa e poi morte del 24enne di Moresco.

La famiglia Straccia confidava in questo file di indagine, diverso da quello già archiviato perché nato dopo le violazioni del profilo Facebook di Roberto. Due giorni prima del ritrovamento del cadavere, 7 gennaio 2012 sugli scogli di Bari, qualcuno avrebbe provato ad accedere con l'account del 24enne. Il chi e il motivo resteranno senza una risposta.

I genitori erano convinti che potesse essere stato l’assassino. Ma anche i magistrati di Campobasso hanno detto che non c’è mistero dietro al morte. Oggi l’archiviazione del caso. “Non possiamo, non vogliamo smettere di credere nella giustizia perché sarebbe come accettare che la dignità di Roberto non conti nulla. Ma noi – ha detto il padre Mario - ci rialzeremo, troveremo modo di ricostruire, torneremo a vivere. Non molleremo e continueremo a cercare la felicità e la verità”.

r.vit.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

L'inno dei bimbi per Mattarella

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.