10202019Dom
Last updateDom, 20 Ott 2019 2pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Quaglie, frutta, farina e il salame da passeggio: aziende agricole fermane in lizza per l'Oscar Green

aziendaagricola

Nomination da tutte le Marche: sono 43 i partecipanti (15 di Ancona, 11 Ascoli Fermo, 9 Macerata, 8 Pesaro) a questa 13esima edizione che prevede, dopo l'attuale fase regionale, un momento nazionale per individuare la "meglio gioventù" italiana.

FERMO - Ci sono 43 aziende che sognano di ricevere l’Oscar Green della Coldiretti. Tra queste, cinque sono fermane. La consegna avverrà a San Benedetto del Tronto sabato pomeriggio, all’interno della due giorni organizzata da Campagna Amica on the beach. “Un concorso che quest'anno vuole porre un accento ecologico con i giovani sempre più protagonisti impegnati nel promuovere l'alleanza tra ambiente e agricoltura” spiega la presidente di Coldiretti Marche, Maria Letizia Gardoni.

Sei le categorie a premio: "Impresa "Impresa 3.Terra", dedicato a tecnologia, innovazione, comunicazione, "Campagna Amica" per la valorizzare il Made in Italy attraverso il rapporto con i consumatori, "Sostenibilità" per il modello etico di azienda che ha a cuore l'ambiente, "Creatività" dedicata ai progetti innovativi, "Fare rete" destinato a quelle aziende che promuovono progetti in partnership e realizzare reti sinergiche per valorizzare l'agroalimentare, e "Noi per il Sociale" che premia l'agricoltura sociale e i progetti rivolti ai servizi alla persona.

Nomination da tutte le Marche: sono 43 i partecipanti (15 di Ancona, 11 Ascoli Fermo, 9 Macerata, 8 Pesaro) a questa 13esima edizione che prevede, dopo l'attuale fase regionale, un momento nazionale per individuare la "meglio gioventù" italiana. Tra gli ospiti Rossano Ercolini, presidente dell'Associazione Zero Waste Europe e vincitore del Nobel alternativo per l'ambiente. Nella due giorni non mancheranno gli info point dell'associazione che ospiteranno anche la raccolta di firme di Eat original! Unmask your food, la petizione con la quale i cittadini europei intendono chiedere all'Ue una legge che renda obbligatoria l'indicazione di origine del cibo in etichetta. Per ottenerla serve 1 milione di firme entro il 2019.

In lizza per il Fermano ci sono: azienda agricola Savini, Petritoli, “con Federico Savini che si è inventato il salame da passeggio”; azienda agricola Bracciotti, Petritoli, “con Mattia Ferracuti che alleva quaglie ovaiole facendosi così strada in un mercato di nicchia che però ha tanti estimatori”; Ca'stillucciu, Montelparo, “con Roberto Tempestilli che ha recuperato la mela cerina, muso di bue, limoncella, carella e mela fragola”; Biofavole, Ortezzano, “dove dall'amore di una giovane mamma per i cibi genuini e naturali e per la frutta di qualità , biologica e di prima scelta, da dare ai propri figli, nasce la purea "Favole di frutta" con solo frutta 100% senza zuccheri aggiunti, né conservanti, né coloranti, né additivi artificiali per dire no agli omogeneizzati di largo consumo che non sanno di frutta”; Spigaverde, Fermo, “con Andrea Ferracuti alla riscoperta di antichi sapori e sulla lavorazione interna del proprio prodotto con molino”.

r.vit.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

L'Europa finanzia un centro ricerche sui Sibillini

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.