02162019Sab
Last updateSab, 16 Feb 2019 8am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

La stagione Treatrale della Valdaso entra nel vivo: ad Altidona si ride con Vagnoni e 'Tuttascena'

altidona 07

A Campofilone protagonista Proscenio: il 2 febbraio (21.15) con Goal, di e con Stefano Tosoni e Lucio Matricardi, che racconteranno il calcio vissuto in una cittadina di provincia

ALTIDONA – Tre comuni per tre teatri e una sola stagione teatrale. Dopo l’inizio a Pedaso, è il turno di Altidona. Per la stagione Treatrale che coinvolge le tre realtà che si affacciano sulla costa, alle 17.30 salirà sul palco La compagnia “TuttaScena” di Altidona, nata nel 2016, e diretta dall’attore e regista Luca Vagnoni.

Dopo il successo degli anni scorsi, anche nel 2019 l’obiettivo è riempire i tre teatri per “un sodalizio culturale che ancora ci unisce” commenta il sindaco di Altidona Giuliana Porrà. “Un calendario che non prevede sovrapposizioni di date” osserva la consigliera comunale di Campofilone, con delega alla cultura, Michela D’Alessandro.

A Pedaso, dopo il debtutto, si torna il 17 febbraio (ore 18) con una commedia brillante a cura della “Compagnia del buio”. In “Stereotipi: uomo vs donna” si affronterà con comicità l’eterna differenza tra gli universi femminile e maschile. Sarà un live elettrizzante quello che Paola Minaccioni porterà sul palco il 24 marzo (17.30). L’attrice darà vita ai personaggi che l’hanno resa nota sia in tv che alla Radio, per uno spettacolo che si preannuncia provocatorio ma riflessivo, delicato e pure ingenuo, moderno ma saggio allo stesso tempo.

Ad Altidona oggi pomeriggio la storia di un reverendo inglese che con la famiglia vive in una piccola cittadina. Il 10 febbraio (17.30) arriva Giovanni Scifoni con “Le ultime sette parole di Cristo”. L’attore porterà sul palco un monologo fatto di storie e materiale che raccoglie da anni dai testi sacri. Il 24 febbraio (17.30) sarà poi la volta del “Manco fossi Laura Chiatti” a cura di Danila Stalteri.

A Campofilone protagonista Proscenio: il 2 febbraio (21.15) con Goal, di e con Stefano Tosoni e Lucio Matricardi, che racconteranno il calcio vissuto in una cittadina di provincia. Il 9 marzo invece tocca a Fools, commedia di Simon portata in scena dalla compagnia filarmonico drammatica. Chiusura della rassegna, il 30 marzo (21.15), con “Box life studio”, spettacolo sempre di Proscenio, realizzato da dodici attori che si muovono all’unisono, raccontando la quotidianità.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Ponte di Rubbianello: cinque anni di nulla dopo il crollo

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.