All'attacco degli zozzoni. Petritoli chiede aiuto ai cittadini. 'Ne abbiamo le scarpe piene dei bisognini dei cani'

lucapezzanicani

Per una città che vive di turismo, specialmente straniero e quindi di per sé molto sensibile agli animali ma anche al decoro, comincia a diventare un problema il continuo pestare di ‘bisognini’ poco graditi.

PETRITOLI – Amici a quattro zampe, senza dubbio. Città pet friendly, nessuna esitazione. Ma se c’è una cosa che a Petritoli proprio non accettano sono i padroni incivili che non raccolgono gli escrementi dei propri animali.

“Il problema è che deve essere qualcuno che gira la mattina presto, non riusciamo per ora a capire chi sia” spiega il sindaco Luca Pezzani che ha tappezzato la città con una locandina molto semplice e chiara: ‘Ne abbiamo le scarpe piene’. Ci gioca con le parole il primo cittadino che prova così col sorriso a mandare un messaggio chiaro ai suoi cittadini: “Chiediamo collaborazione per colpire e punire un comportamento incivile e irrispettoso nei confronti degli altri e dell'ambiente in cui viviamo”.

Per una città che vive di turismo, specialmente straniero e quindi di per sé molto sensibile agli animali ma anche al decoro, comincia a diventare un problema il continuo pestare di ‘bisognini’ poco graditi. “Ricordo che ci sono sanzioni previste da 30 a 500 euro” prosegue il sindaco che invita i cittadini in primis a raccogliere quanto lasciato dai propri animali e a seguire chi vede qualcuno che non raccoglie “è invitato a segnalarlo chiamando la Polizia Municipale”.