08222017Mar
Last updateMar, 22 Ago 2017 9am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Una libreria amata dal Sole 24 Ore e un'associazione dinamica: che "Incipit" per Sant'Elpidio

Parte domenica il cammino che come sottotitolo ha ‘Tutta un'altra storia’: nel giro di due mesi arriveranno Petri, Catozzella, Greppi e Melloni per citarne alcuni.

gattostivali

SANT’ELPIDIO A MARE – L’unione tra una delle migliori librerie d’Italia, Il gatto con gli stivali di Porto Sant’Elpidio, e una dinamica associazione, Santa Croce di Sant’Elpidio a Mare, genera ‘Incipit’. Una rassegna d’alto livello che porterà tra Casette e Sant’Elpidio alcuni dei migliori scrittori italiani.

Croce Azzurra a Sant'Elpidio, ecco cosa cambia davvero: 24 ore sì, ma rimborsi spese tagliati

Detto ciò, non c’è alcuna possibilità, al momento, che la Potes Msa medicalizzata diventi una automedica: “Ho una determina molto chiara che parla di Potes. L’automedica costerebbe meno, ma il servizio sarebbe inferiore".

croceazzurrasem


di Raffaele Vitali

SANT’ELPIDIO A MARE – Il sistema di emergenza è complicato. Tra sigle, Msa, Msb, Potes, automedica, e tempi, 12 o 24 h. e riorganizzazione, ogni parola cambia il significato. Cosa sta accadendo quindi a Sant’Elpidio a Mare? Si torna al passato, come dice la consigliera Marcozzi, si migliora, come sostiene il consigliere Giacinti, si dà una nuova chance low cost come chiarisce il direttore Asur Livini: di certo ci sarà un mezzo, con medico, mai avuto prima.

IL PRESENTE Il punto di partenza è questo: 12 ore diurne di Potes Msa, ovvero il mezzo con a bordo il medico che la zona del calzaturiero non ha mai avuto “e che rappresenta una conquista dopo dieci anni di battaglie” ribadisce Giacinti, e 12 ore notturne di Msb, ovvero l’ambulanza con il personale paramedico.

IL PASSATO Tutto questo a fronte di un servizio che prima della riorganizzazione prevedeva 24 ore di Msb garantite dalla Croce Azzurra oggi guidata dal monturanese Robin Basso. Perdere le ore di Msb per la Croce Azzurra, quindi, ha significato perdere risorse, ma soprattutto, a detta dei volontari e del personale, dare un servizio inferiore, visto che la Msa interviene solo nei casi gravi, lasciando ad altre Potes il compito di gestire il servizio diurno.

LE RICHIESTE La voce della base sanitaria non è rimata inascoltata, ma i numeri e i conti non lasciavano adito a modifiche. Il tutto a fronte di un servizio potenziato con la Msa. La consigliera Jessica Marcozzi, capogruppo di Forza Italia ed elpidiense, h presentato una interrogazione al presidente Ceriscioli, assessore alla Sanità in pectore per chiudere il ripristino delle 24 ore di servizio di Msb. “Servizio ripristinato nelle modalità precedenti alla modifica” è quanto Ceriscioli ha risposto alla consigliera Marcozzi. Vittoria sarebbe, quindi. Una decisione arrivata dopo un lungo lavoro fatto dal consigliere Pd Francesco Giacinti con il presidente della commissione Volpini e con l’assessore Fabrizio Cesetti. “Anche se – ribadisce il consigliere - vorrei ribadire che la vera conquista è la Msa a 12 ore, che sarà il vero salvavita in caso di emergenze gravi”.

IL FUTURO Tutto bene quindi? Senza dubbio, ma in realtà, quanto raccontato dalla politica è vero ma non è tutto. “Non si torna al passato” precisa Licio Livini, direttore dell’Area Vasta 4 di Fermo. “La possibilità che viene offerta alla Croce Azzurra di Sant’Elpidio, e ne parleremo venerdì, è di svolgere servizio anche nelle 12 ore giornaliere, potando la Msb a 24h, ma non a prezzo pieno”. Ovvero, quello che l’Asur può garantire alla Croce Azzurra è il semplice rimborso chilometrico. Insomma, la Croce Azzurra si dovrà accontentare di 20mila euro, contro i 72mila che prende ad esempio per le 12 ore notturne. Iter procedurale confermato anche dal consigliere Giacinti: “Il lavoro per arrivare a questa possibilità che sono certo venerdì verrà resa operativa da Croce Azzurra e Asur è stato lungo”. E questo sarà, perché di risorse in più, al momento, non ce ne sono.

I MEZZI Detto ciò, non c’è alcuna possibilità, al momento, che la Potes Msa medicalizzata diventi una automedica: “Ho una determina molto chiara che parla di Potes. L’automedica costerebbe meno, ma il servizio sarebbe inferiore da quanto ottenuto dal territorio” chiosa Livini. E su questo anche Giacinti non esita: “La Potes è la conquista e la Potes resta”. Dovrebbe essere in strada entro l’estate visto che l’Asur in attesa della chiusura della riorganizzazione ha avviato la procedura per l’assunzione di nuovo personale. 

Muratore vola dal terzo piano di un cantiere a Casette d'Ete, è grave

L'uomo ha riportato vari traumi è stato trasportato d'urgenza all'Ospedale Torrette. 
eliambulanza logo


SANT'ELPIDIO A MARE - Una tavola inclinata, l'equilibrio che diventa precario di colpo, il tentativo vano di restare in piedi, quindi la caduta da dieci metri di altezza. E' più o meno questa la prima ricostruzione di quanto avvenuto questa mattina ad un muratore di circa quarant'anni, volato giù dal terzo piano dell'impalcatura di una palazzina in costruzione nella frazione di Casette d'Ete. Il fatto si è verificato attorno alle 8 del mattino ed i colleghi che si trovavano in quel momento con il muratore hanno immediatamente dato l'allarme. In pochi minuti sono giunti sul posto i soccorsi con l'intervento dell'ambulanza della Croce Azzurra, l'auto medica ed anche l'eliambulanza, atterrata in un campo incolto nei pressi delle poste (luogo dove c'è stato l'incidente). L'uomo è stato immediatamente trasportato all'Ospedale Torrette di Ancona, in codice rosso, per i vari traumi subiti dopo il volo. Proprio ieri le donne dell'Anmil raccontavano storie di incidenti sul lavoro ed oggi ecco che si verifica un nuovo grave episodio.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Molotov contro i vigili di Fermo, il sindaco: "Chi sa, parli"

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.