09222018Sab
Last updateVen, 21 Set 2018 5pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Calzaturieri in lutto: si è spento Vittorio Virgili. "Era come un padre". "Era il saggio". "Un pioniere"

vittoriovirigli

Lascia la moglie, figura fondamentale per l‘imprenditore, e tre figlie, già inserite nell’azienda, che è leader in Russia e riferimento anche per diverse griffe.

ùdi Raffaele Vitali

SANT’ELPIDIO A MARE – Se ne è andato Vittorio Virgili. Non lo vedremo più passeggiare per i padiglioni di theMicam. Ha lottato per anni, ma oggi il suo cuore si è fermato mentre era ricoverato all’ospedale di Civitanova. Lascia la moglie, figura fondamentale per l‘imprenditore, e tre figlie, già inserite nell’azienda e pronte a pilotarla oltre la Russia, dove resta leader, e nel rapporto con le griffe. Era partito come operaio a 15 anni e poi, passo dopo passo, ha creato una impresa con oltre 50 dipendenti.

“Un pioniere, un imprenditore faro” commenta Giampietro Melchiorri, che è arrivato alla guida di Confindustria Fermo anche grazie al sostegno di Virgili. “Una grande mancanza per il mondo calzaturiero. Un riferimento per tutti noi che crediamo nel nostro lavoro. Difficile trovare le parole, perché Vittorio era una persona dai mille interessi. L’azienda era la sua casa, ma ha sempre seguito la politica e Assocalzaturifici” le parole di Enrico Ciccola, presidente dei calzaturieri. " Un combattente che ha saputo far crescere la sua azienda coinvolgendo le sue figlie, dimostrando anche in questo di saper leggere il futuro prima di altri" aggiunge l'ex presidente di Confindustria Andrea Santori.

Ha seguito giorno per giorno l'evolversi della salute dell’amico, l'imprenditore di Montegranaro Ronny Bigioni: “Per me era il compagno di viaggio. Ero legatissimo. Qualsiasi cosa facevo dentro Confindustria o dentro Assocalzaturifici mi muovevo con lui. Anni bellissimi”. Tanti viaggi con cui ha aperto le porte della Russia, insieme ai Bigioni, a inizio ani ’90. "Mancherà a tutti”. Legami stretti con Arturo Venanzi: "Per me è stato un padre, mi ha accompagnato nel percorso associativo. Non ha mai negato il suo aiuto, le sue dritte. Era in prima linea, era il saggio dell'associazione, quello che ha visto prima degli altri l'importanza di stare insieme". Era presidente onorario di Assocalzaturifici, una carica fortemente voluta dall'amica e presidente Ananrita Pilotti. "Per rendergli onore non bastano le parole" conclude Venanzi.

@raffaelevitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.