05282018Lun
Last updateLun, 28 Mag 2018 6am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Cinque milioni di euro per rendere la Bacci antisismica. Il sindaco Terrenzi bussa a Roma

sant elpidio dall alto

“Il Governo, con l’ultima finanziaria, ha messo a disposizione fondi per i Comuni – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici, Mirco Romanelli – e noi abbiamo presentato tutta la documentazione necessaria per poter essere presi in considerazione ed ottenere, ce lo auguriamo, il finanziamento".

SANT’ELPIDIO A MARE – Tentare non costa nulla, se non mettere al lavoro i tecnici comunali. E così a Sant’Elpdio a Mare hanno deciso di provarci: ottenere quasi cinque milioni di euro dallo Stato per un intervento di adeguamento sismico della scuola Bacci.

“Il Governo, con l’ultima finanziaria, ha messo a disposizione fondi per i Comuni – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici, Mirco Romanelli – e noi abbiamo presentato tutta la documentazione necessaria per poter essere presi in considerazione ed ottenere, ce lo auguriamo, il finanziamento che ci è necessario per i lavori da fare alla Bacci. Una scuola che, vorrei ricordarlo, alla luce delle indagini sulla vulnerabilità sismica a suo tempo effettuate è risultata avere caratteristiche meccaniche dei materiali in linea con quelle medie relative all’epoca di edificazione. Inoltre, le analisi svolte hanno mostrato che la struttura non versa in uno stato tale da pregiudicarne il normale utilizzo secondo le attuali destinazioni d’uso”.

Insomma, la scuola è sicura, ma va migliorata. “Abbiamo iniziato un processo di valutazione complessiva sull’edilizia scolastica, al fine di un riordino complessivo delle strutture presenti sul territorio elpidiense e tale studio è iniziato dal complesso della Scuola Bacci vista la complessità della struttura e le sezioni didattiche da essa ospitate. Dallo studio affidato alla Politecnica delle Marche è emerso che i lavori di adeguamento alla normativa vigente, relativi all’adeguamento sismico del plesso scolastico Bacci, ammontano a 4.700.000 euro. Per tale importo abbiamo candidato tale intervento al contributo dello Stato con l’auspicio di essere presi in considerazione. Dopo i 2.200.000 ottenuti dal Ministero per la Martinelli, l’obiettivo è quello di ottenere altri soldi a fondo perduto da investire sulla sicurezza delle strutture scolastiche e, di riflesso, sulla sicurezza delle nostre studentesse e dei nostri studenti. Ringrazio il personale dell’ufficio tecnico che permette a questo Ente di rispondere a tutti i bandi che il Governo mette a disposizione per la scuola”.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.