Il Crivelli di S.Elpidio va in trasferta ad Ascoli: mostra, pubblicità e restauro pagati

crivelli sem1

Nel dettaglio, sarà revisionata l'intera struttura lignea, a seguire pulitura e stuccatura delle lacune, da effettuarsi a rientro dalla mostra in Ascoli Piceno.


SANT’ELPIDIO A MARE – L’operazione perfetta. Il trittico “Visitazione della Vergine” di Vittore Crivelli va in trasferta ad Ascoli, come pezzo importante della mostra “Francesco nell’Arte. Da Cimabue a Caravaggio”, e quando tornerà sarà più bello di prima. Nell’accordo con la pinacoteca picena, infatti, è inserito anche il restauro a carico della Pinacoteca ospitante diretta dal professor Stefano Papetti. Nel dettaglio, sarà revisionata l'intera struttura lignea, a seguire pulitura e stuccatura delle lacune, da effettuarsi a rientro dalla mostra in Ascoli Piceno.

Una mostra importante quella di Ascoli, con un comitato scientifico di primo livello: “Per noi – osserva l’Assessore alla Cultura Stefania Torresi – rappresenta una vetrina. Tra l’altro, la Pinacoteca di Ascoli Piceno pur di avere il quadro ha accettato di effettuare un intervento completo di restauro conservativo dell’opera”. È giunta l’ora per gli insetti xilofagi ma non ha accettato la richiesta da noi avanzata affinché sostenesse le spese per il restauro completo dell’opera”.

Il sindaco Alessio Terrenzi non può che ringraziare il collega Guido Castelli, il comitato scientifico e i curatori della mostra, prof. Stefano Papetti e prof. Giovanni Morello, oltre alla Fondazione Giovanni Paolo II per la Gioventù di Città del vaticano, e il dott. Claudio Maggini funzionario della Soprintendenza ai Beni Storici, Artistici e Etnoantropologici delle Marche, “per aver consentito al Comune di Sant’Elpidio a Mare di contribuire al successo dell’iniziativa”. Al rientro l'opera sarà allocata in locali risistemati “visto che stiamo realizzato un intervento di manutenzione delle stanze che torneranno ad ospitare le opere e che la Pinacoteca sarà dotata anche del servizio igienico che al momento manca”.