11242017Ven
Last updateVen, 24 Nov 2017 8am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Scanzi e Paolo Cevoli per il ritorno in vita del teatro Cicconi di Sant'Elpidio

notte di follia Galiena Tedeschi Medium

Abbonamento per i sei titoli al Teatro Cicconi in vendita dai prossimi giorni a 90 euro platea (ridotto 60 euro), 75 euro galleria (ridotto 50 euro). L’abbonamento al Cicconi dà diritto all’acquisto dei biglietti per gli spettacoli teatrali in programma all’Auditorium Giusti a 10 euro.

SANT’ELPIDIO A MARE – Da troppo tempo non si scriveva ‘stagione teatrale al Cicconi’. Da troppo tempo. Ma l’attesa è finita con l’assessore Gioia Corvaro, che nel nome contiene il sentimento di Sant’Elpidio a Mare. Sarà una stagione doppia grazie alla collaborazione tra Amat, Lagrù, Mibact e Regione. Alcuni spettacoli al Cicconi, sette, altri all’auditorium Giusti, ma si consocerà domani la programmazione: dalla commedia al teatro comico, all’operetta alla danza contemporanea al teatro di narrazione – con interpreti di primissimo piano.

Apre il sipario giovedì 23 novembre un rivoluzionario «Arlecchino servitore di due padroni», soggetto di David Anzalone e Michele Pagliaroni tratto da Carlo Goldoni e diretto da Carlo Boso, autorevole maestro della Commedia dell’Arte, con protagonista un incontenibile David “Zanza” Anzalone che in testa a un gruppo di bravissimi giovani attori galvanizza il pubblico e dà vita ad un intrigante disegno comico. Dopo una lunga assenza domenica 14 gennaio torna al Cicconi «La vedova allegra» allestita dalla Compagnia Italiana di Operette con la regia Flavio Trevisan. Dal debutto nel 1905 l’opera musicale più rappresentata in assoluto, «La vedova allegra» è una fiaba dove nobili, diplomatici e belle donne si muovono fra affari e amori sullo sfondo di una mondanità fatta di feste da sogno e balli spumeggianti a tempo di valzer.

In «La Bibbia raccontata nel modo di Paolo Cevoli», terzo appuntamento di stagione in programma domenica 4 febbraio, il comico romagnolo rilegge “il” Libro (Best Seller dei best-sellers) come una grande rappresentazione teatrale, dove il Creatore è il “capocomico” che, per rappresentarsi e farsi conoscere sul palcoscenico dell’universo, convoca nella sua compagnia Adamo ed Eva, Caino e Abele, Noè e tanti altri. Domenica 18 febbraio due grandi attori del teatro italiano come Anna Galiena e Corrado Tedeschi sono i protagonisti di «Notte di follia» allestito con la regia Antonio Zavatteri. Tratto da “Nuit D’Ivresse” di Josiane Balasko «Notte di follia» è un testo di grande intelligenza e molto divertente: due sconosciuti, uno agli antipodi dell’altro, ma entrambi soli e accomunati da uno stesso segreto, iniziano un dialogo divertente e serrato finché, man mano che la notte si fa più assurda, emerge il vero malessere che le pervade e le unisce.

Venerdì 16 marzo il giornalista, ormai attore, Andrea Scanzi e Filippo Graziani saranno sul palco del Cicconi per «Fuochi sulla collina». Pochi musicisti italiani sono stati autenticamente rivoluzionari come Ivan Graziani che ha davvero fatto dialogare il rock (da chitarrista di grande valore e molto personale) e canzone d’autore. «Fuochi sulla collina» è l’incontro-spettacolo (“un ricordo – dicono gli autori – senza cascami agiografici, ma con affetto e riconoscenza”) concepito dal figlio Filippo, che lo interpreta come nessuno, e da Andrea Scanzi. Narrazione e interpretazioni musicali ripercorrono la carriera del cantautore (marchigiano) a vent’anni dalla scomparsa cercando di stanare non solo i brani più noti, ma gli acuti squarci di provincia, la ritrattistica femminile e le incursioni noir.

Un altro ritorno a Sant’Elpidio a Mare è quello con il tango proposto della compagnia Naturalis Labor diretta da Luciano Padovani. «Passion Tango», in scena domenica 25 marzo, è un viaggio nella parte più autentica del tango – uno stile di vita e non solo un genere musicale – condotto dalle coppie di ballerini Tobias Bert con Loredana De Brasi e Marcelo Ballonzo con Elena Garis che danzano i brani immortali di Piazzolla e dei maggiori autori argentini, eseguiti dal vivo dal trio Lumière de Tango.

Giovedì 12 aprile, per la chiusura del cartellone, è in scena fuori abbonamento, Giorgio Felicetti in «Corpus Pasolini», racconto per voce, corpo, proiezioni e violoncello (suonato da Federico Bracalente) intorno a uno dei nostri più grandi poeti e artista totale e dall’impressionante lucidità. «Corpus Pasolini» mette assieme i racconti della sua voce, viva più che mai, e tende “una corda, anzi un cordone ombelicale” tra gli spettatori di oggi ed un poeta che del cambiamento della società italiana e della “meglio gioventù è stato il più appassionato e lucido analista.

Abbonamento per i sei titoli al Teatro Cicconi in vendita dai prossimi giorni a 90 euro platea (ridotto 60 euro), 75 euro galleria (ridotto 50 euro). L’abbonamento al Cicconi dà diritto all’acquisto dei biglietti per gli spettacoli teatrali in programma all’Auditorium Giusti a 10 euro. 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.