12122017Mar
Last updateLun, 11 Dic 2017 8pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

"Clementi è il mio uomo di fiducia". Ma quattro mesi dopo Terrenzi lo silura: Torresi nuova assessora

norberto clementi

Forse non sarà venuta meno la fiducia, di certo viene meno Clementi. E al suo posto un altro ritorno: Stefania Torresi. “L’avevo detto: la nomina della Giunta effettuata all’indomani delle elezioni non sarebbe stata quella definitiva, ma voluta per garantire continuità senza perdite di tempo".

di Raffaele Vitali

SANT’ELPIDIO A MARE – Quattro mesi fa in scena andava Pulp Fiction, con mr Wolf (LEGGI) davanti ai microfoni dei giornalisti. Oggi siamo a E alla fine arriva Polly, film con Jennifer Aniston, tutt’altro che un capolavoro, ma l’attrice ha permesso un buon incasso. Il regista resta lo stesso: Alessio Terrenzi. Il sindaco di Sant’Elpidio a Mare, per rimediare a un errore di partenza, ovvero l’assenza della quota di genere in Giunta, ha dovuto cambiare un assessore.

E chi fare fuori? Riunioni tra i vertici delle varie liste, vedi Alessandrini e Belletti, la decisione che il designato è il giovane Berdini. Poi, qualcosa va storto, forse anche per la fuga di notizie e il venerdì sera cambia tutto. Equilibri precari in amministrazione, nonostante la presenza invasiva del Partito Democratico. Serve una soluzione. Eliminata la figura in Giunta non eletta dai cittaidni ma voluta dal sindaco, quel Norberto Clementi che era stato presentato come mr Wolf, l’uomo che risolve tuti i problemi.

“Clementi, che per me non è Pd, ma la mia figura di fiducia. A lui le deleghe chiave: personale, lavori pubblici, dissesto idrogeologico ed edilizia scolastica che viene abbinata alla viabilità oltre alla ricostruzione pubblica. Clementi quando è entrato in Giunta mi ha portato slancio e tranquillità. Mi ha fatto crescere con la sua esperienza ed è uno con cui mi confronto e con cui sono pronto a cambiare idea”. Queste parole le ha pronunciate Alessio Terrenzi il 3 luglio (LEGGI), quando ha presentato alla stampa la sua Giunta. Ma in quattro mesi tutto cambia, anche se passeggiando dentro io comune la frase tipo era ‘Clementi ha detto, Clementi lo hai sentito, Clementi…’.

Forse non sarà venuta meno la fiducia, di certo viene meno Clementi. E al suo posto un altro ritorno: Stefania Torresi. “L’avevo detto: la nomina della Giunta effettuata all’indomani delle elezioni non sarebbe stata quella definitiva, ma voluta per garantire continuità senza perdite di tempo soprattutto alla luce di urgenze quali la gestione del terremoto e tutto il resto. Ripristino la parità di genere inserendo un Assessore donna all’interno dalla Giunta e la scelta è caduta su Stefania Torresi, già mia collaboratrice nel mandato precedente. Abbiamo lavorato bene insieme con una buona intesa che, ne sono certo, ritroveremo e metteremo a frutto da qui in avanti”.

Alla Torresi Terrenzi affiancherà le consigliere donna, in modo da farle crescere e avvicinare alla Giunta. Quali deleghe avrà non è ancora stato comunicato. Ma il sindaco avrà l’imbarazzo della scelta, visto che Clementi ne ha lasciate sul tavolo tante e pesanti. Il Pd perde un uomo, nel silenzio del segretario comunale Fabiano Alessandirni, che si appresta a diventare la guida del Pd provinciale con questo biglietto da visita. Ma del resto, Terrenzi lo assolve: “Per me non è un Pd, ma il mio uomo di fiducia”. Una fiducia durata quattro mesi.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Fede, giovani e integrazione: i primi pensieri fermani di monsignor Pennacchio

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.