08222017Mar
Last updateMar, 22 Ago 2017 9am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Le richieste a 5 Stelle di Sabbatini e Fileni a Loira e Terrenzi: "Solo così potremo collaborare"

sabbatinisem5stelle

Fileni: "Speriamo che Loira invece che la continuità che ha promesso dimostri discontinuità dando prova di vera trasparenza e partecipazione. Allora collaboreremo”.

PORTO SAN GIORGIO / SANT’ELPIDIO A MARE – Da un lato la delusione, per il risultato mancato di poco. Dall’altra la soddisfazione per l’ingresso in Consiglio comunale. Protagonista il Movimento 5 Stelle a Porto San Giorgio e Sant’Elpidio a Mare.

Qui Sant’Elpidio a Mare

Ci sono voluti 685 voti e l’8 per cento per entrare in Consiglio. Ha raddoppiato in 5 anni il suo bacino elettorale Roberto Sabbatini, il volto pentastellato. “Un risultato molto soddisfacente anche in ottica nazionale dove il Movimento non è andato molto bene in queste amministrative”. Un risultato importante, perché entrare in Consiglio significa “portare avanti le istanze che abbiamo scritto nel nostro programma e aiutando anche tutti quei Cittadini che vorranno condividere con noi le loro proposte. Faremo una opposizione seria ed intransigente ma con proposte che possano migliorare il nostro Paese”. E la prima proposta arriva subito: “La nostra idea per la soluzione del traffico alla scuola Bacci, creando dei punti di raccolta degli alunni dislocati in zone limitrofe alla scuola che possano permettere uno snellimento del traffico delle auto e un abbattimento delle polveri sottili”. E poi, tolta sicurezza e verifica della sismicità, il Movimento chiede partecipazione: “Chiederemo al consiglio comunale di approvare un regolamento per permettere la ripresa video dei consigli comunali, delle commissioni e delle riunioni di giunta e vorremmo apportare delle modifiche allo statuto comunale per permettere ai cittadini di poter partecipare in maniera attiva alla vita politica di Sant'Elpidio a Mare”.

Qui Porto San Giorgio

Tante idee anche per Giacomo Fileni, che resta fuori per un soffio. “Ci siamo illusi che l'idea che portavamo avanti fosse più forte dei soldi spesi per le campagne elettorali degli avversari, così non è stato e ne prendiamo atto. Ma non arretriamo di un metro rispetto i principi che ci hanno guidato e le pratiche impraticabili che ci siamo rifiutati di adottare”. Manca qualcosa al Movimento sangiorgese: “Non siamo stati in grado di far partecipare tutti a un progetto che abbiamo sopravvalutato, sopravvalutando noi stessi. Lo abbiamo detto in questa campagna che dai fallimenti si cresce, e noi è quello che tenteremo di fare con l'umiltà a cui le percentuali raccolte ci inchiodano, umiltà che non offusca la nostra convinzione che una città diversa, una partecipazione vera e una politica trasparente è possibile”.

Fileni e i pentastellati sangiorgesi quindi non si tirano indietro, ma rilanciano sul loro impegno: “Lo faremo, fuori da un consiglio comunale che ha visto riconfermare la maggior parte dei suoi membri e ha sostituito i giovani con i vecchi, aumentando l'età media. Speriamo che Loira invece che la continuità che ha promesso dimostrerà discontinuità dando prova di vera trasparenza e partecipazione. Allora collaboreremo”.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Molotov contro i vigili di Fermo, il sindaco: "Chi sa, parli"

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.