10172017Mar
Last updateMar, 17 Ott 2017 3pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

5 Stelle, 5 assessori: ecco la squadra di Sabbatini. Moretti schiaccerà i problemi di Sant'Elpidio

giunt5stellesem

Ecco il quintetto base: Federico Moretti, assessore Sport e servizi sociali; Sara Pambianco commercio, turismo e cultura; il sindaco tiene l’Urbanistica e i Lavori Pubblici; Danilo Donati, assessore al Bilancio; Samuela Del Gatto all’Ambiente; Vittorio Luciani assessore 2.0.

di Raffaele Vitali

SANT’ELPIDIO A MARE – La Giunta è pronta. Cinque assessori, come cinque le stelle nel simbolo. Roberto Sabbatini gioca in anticipo per mostrare la sua differenza: “Non avendo partiti possiamo nominare gli assessori in anticipo”.

Ecco il quintetto base: Federico Moretti, assessore Sport e servizi sociali; Sara Pambianco commercio, turismo e cultura; il sindaco tiene l’Urbanistica e i Lavori Pubblici; Danilo Donati, assessore al Bilancio; Samuela Del Gatto all’Ambiente; Vittorio Luciani assessore 2.0 tra europrogettazione e innovazione tecnologica.

Federico Moretti ha 33 anni, cresciuto a Fermo ma nato a Sant’Elpidio. Pallavolista professionista ha girato l’Italia da Lecce a Padova, oggi a Grottazzolina. Laureato in Scienze economiche manageriali e nel 2016 scienze internazionali dell’amministrazione e ho preso un Master in International Business Management. “Alta qualità” commentano i compagni di movimento. “Vittorio Luciani e Sabatini sono stati il traino. Sono stato un critico del Movimento, poi ho fatto una tesi sulla trasformazione dei partiti. Dopo aver studiato il sistema, ho preso coscienza della mia identità pentastellata. Essere qui oggi significa che l’assessorato non va a chi prende più voti o per equilibri ma per chi è degno del ruolo. Nello specifico, lo Sport significa gestire i contributi ad associazioni e manifestazioni. Ci sarà un disciplinare più duro pe regolamentarli. Nelle politiche sociali il sogno è quello del reddito di cittadinanza”.

Sara Pambianco, 30 anni, cresciuta tra Sant’Elpidio e Cascinare. Laureata in Conservazione dei Beni Culturali con una passione per il turismo sostenibile e la valorizzazione del territorio. “Ho aperto una attività in piazza, ma una cattiva amministrazione mi ha impedito di resistere”. Ha alle sue spalle anche la gestione di un B&B. ma anche qui, ha pagato “il nulla amministrativo. Anche perché i residenti non vengono mai ascoltati”. Un’idea di rilancio è creare una rete tra le diverse strutture, non solo del centro storico, che promuova le tipicità.

Danilo Donati, 41enne di Umbertide e civitanovese d’adozione. “Sono un commercialista con la specializzazione in anomalie bancarie tra mutui e derivati. Ho accettato per dare una mano, anche se non vivo a Sant’Elpidio. I problemi e le tematiche sono simili. Il mio ruolo è rendere possibili, conti permettendo, il reddito di cittadinanza e le politiche attive del Movimento. E soprattutto ricontrolleremo quanto fatto, partendo dagli appunti dei revisori”.

Samuela Del Gatto, 43 anni elpidiense doc. Da 5 anni vivo nel capoluogo. Da dieci anni lavora in una azienda agricola: “Produciamo miele e so quindi cosa significhi l’incrocio tra natura e uomo. Per questo mi occuperò di Ambiente. Punteremo alla valorizzazione delle aziende del posto, creando farmer market o Gas. Punteremo sul mangiar sano e il chilometro zero. Poi c’è il nodo traffico, con le polveri sottili che finiscono per uccidere le api”. Ed è l’ape è il filo conduttore per capire cosa funziona e cosa no per un assessorato che si preannuncia pungente con l’eliminazione anche dei pesticidi nel comune.

Vittorio Luciani, 39enne di Porto San Giorgio, da sei anni residente di Sant’Elpidio. “Sono un attivista storico, ne faccio parte da sette anni, e mi occuperò della pubblica amministrazione comunale. L’informatizzazione è il futuro, quindi nuovo sito internet in cui il cittadino possa effettuare richieste e proposte da portare in Commissione o Giunta”. Si occuperà poi di partecipazione: “Ho effettuato numerosi corsi in questi anni per realizzarla con metodo. Per questo cambieremo anche lo Statuto comunale per rendere il comune davvero aperto ai residenti. In questo modo il Comune diventa una famiglia e non chi vessa”.

Chiude il sindaco Sabbatini: “Tengo io l’Urbanistica per studiarmi le varianti al Prg di questi anni. Sono ingegnere, ho un master in Gestione d’Impresa e sono esperto d’impiantistica. Eppure tutti sembrano avere più competenze di me in questa città”. È soddisfatto Sabbatini: “La Giunta è stata scelta partendo dalla competenza. Abbiamo guardato tra i nostri e fuori, come Donati. Prima li abbiamo mercati come assessori poi come consiglieri”. E chissà che la mossa dei 5 Stelle non stimoli gli avversari a giocare a carte scoperte, evitando così illazioni su accordi e manovre sotterranee.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.