08242017Gio
Last updateGio, 24 Ago 2017 9am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Contro l'incompetenza di Terrenzi. Per la bellezza di Sant'Elpidio. Tre liste e idee chiare per Fabio Conti

contiliste

Conti ha scelto il sabato pomeriggio per presentarsi e lo fa usando subito una delle parole chiave per il rilancio di Sant’Elpidio: i giovani. Che si divideranno tra Può essere meglio, La Lista e Democratici e Popolari.

SANT’ELPIDIO A MARE – Dopo una vita dietro le quinte di una pagina Facebook e di un impegno con il gruppo, Osi scende nella vita reale e lo fa puntando su Fabio Conti. L’avvocato, consigliere comunale uscente, li ha convinti che la politica #puòesseremeglio di così. Sono loro una delle tre liste che proveranno a spingere Conti verso il ballottaggio. Non sarà facile trovare quel secondo posto per il rush finale contro Alessio Terrenzi, visto che nel mondo del centrodestra se la dovrà vedere con Giovanni martinelli.

Ma il voto è lontano, prima ci sono i programmi e le idee, ci sono i volti da conoscere. Conti ha scelto il sabato pomeriggio per presentarsi e lo fa usando subito una delle parole chiave per il rilancio di Sant’Elpidio: i giovani. Che si divideranno tra Può essere meglio, La Lista e Democratici e Popolari.

“Abbiamo cercato di dare un contributo a chiunque condividesse le nostre idee. Anche a Terrenzi – spiegano gli ex Osi – ma luoghi come la Commissione al centro storico poi sono scomparsi”. Non nascondono di avere avvicinato i grillini e il centrodestra, ma gli unici che gli hanno dato le risposte giuste sono stati i Democratici e popolari. “Da qui la scelta di Conti, che è una garanzia avendo una certa competenza in politica e perché è un moderato con esperienze nel mondo dell’associazionismo”.

I Democratici e Popolari sono Franco Lattanzi, che senza esitare spiega: “Questi giovani ci hanno chiesto una collaborazione, mi hanno ridato fiducia e speranza che avevo perso da anni. Il rispetto in politica significa anche rispettare una comunità che ti ha dato e ti dà fiducia che ti fa assolvere un ruolo che altrimenti non avresti potuto svolgere”. Lattanzi non è il solo volto noto che ha anticipato l’intervento del candidato sindaco. Perché Terrenzi si troverà contro anche due ex assessori. La fidata Monia Tomassini ed Emanuele Gentili. Due moderati, due di quelli che ognuno vorrebbe in squadra e che Conti ha subito intercettato.

“Due le caratteristiche che accomunano la mia squadra: l’insoddisfazione per quanto fatto dall’attuale amministrazione e la volontà di cambiare il futuro. Abbiamo delle idee ma vorremmo confrontarci anche con gli altri. Abbiamo scelto di lasciare fuori i partiti tradizionali. Siamo civici, veri civici, nessuno di noi ha ambizioni di carriere politiche o altro, ma tuti abbiamo l’ambizione di risvegliare una città triste”.

Le linee guida sono semplici: “Vogliamo fare emergere le bellezze di Sem, valorizzare quello che abbiamo. Penso all’Osservatorio che è poco conosciuto dagli stessi elpidiensi. Penso al Crivelli che gira per l’Italia e non riusciamo a valorizzarlo in casa. Penso al centro storico su cui sono pochissimi i soldi impegnati nel bilancio di previsione. E infine penso ai giovani, a un nuovo polo scolastico ormai non più rinviabile”. Chiusura per Enrico Piermartiri, uno dei candidati, che in poche parole dà il senso di un progetto: “Mi candido perché questa città non mi piace più, non mi piace la china che ha preso. Mi candido perché non voglio essere governato da incompetenti”.

r.vit.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Molotov contro i vigili di Fermo, il sindaco: "Chi sa, parli"

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.