06282017Mer
Last updateMer, 28 Giu 2017 1pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

La Manuelita: dalle scarpe per Armani all'Academy delle calzature. Comprato palazzo Bartolucci a S.Elpidio

palazzobartolucci

“Vogliamo creare una Academy della calzatura, base su cui poi far ripartire il centro storico di Sant’Elpidio. All’interno di palazzo Bartolucci verrà realizzato anche – conclude l’azienda - un museo dedicato alla storia dell’industria calzaturiera".

di Raffaele Vitali

SANT’ELPIDIO A MARE – Azienda a Grottazzolina e da oggi un pezzo di cuore a Sant’Elpidio a Mare. Ecco l’artigiano modello, quello che riesce a trasformare le sue qualità in successo: ecco il mondo del calzaturificio La Manuelita. Una cinquantina di dipendenti e un fatturato in costante crescita grazie all’elevata capacità manifatturiera che ha fatto dell’impresa artigianale un riferimento mondiale. Produzione in proprio e per importanti griffe, tra cui Armani, che hanno trovato dentro le manovie di Grottazzolina il massimo livello di cura dei dettagli adatto al proprio mercato internazionale.

Quando una azienda cresce, ci sono due strade: l’ampliamento e lo sguardo che si allontana dal territorio; il ridare al luogo che invece ha permesso la crescita. I titolari della Manuelita non hanno esitato e hanno scelto la seconda strada comprando palazzo Bartolucci, dalle suore, a Sant’Elpidio a Mare. Un pezzo di storia che diventerà parte del futuro. La Villa è una dimora del diciannovesimo secolo con un enorme parco. Due gioielli che l’azienda calzaturiera riporterà all’antico splendore. Una parte diventerà il centro dello sviluppo tecnologico, il parco un luogo aperto al pubblico da far vivere ai fermani.

“L’obiettivo – spiega l’azienda in una nota - è creare un centro d’eccellenza per la ricerca, la progettazione delle calzature di alta gamma e un percorso formativo per i giovani”. Un progetto ambizioso che può stupire solo chi non consce La Manuelita. Il nome dell’azienda di Grottazzolina in Italia è sinonimo di innovazione. Tra i primi, infatti, i titolari hanno investito in impianti di automazione e meccanizzazione del processo produttivo. Un modello che viene studiato da altre realtà italiane, perché ha saputo farlo mantenendo l’altissimo livello della manualità artigianale che ha permesso una produzione impeccabile di calzature femminili nel settore lusso.

“Fiore all’occhiello di questo progetto sarà l’implementazione di un vero e proprio “centro di formazione” dedicato ai giovani che vorranno avvicinarsi – e perché no specializzarsi – nel settore calzaturiero: al via quindi la formazione di nuove figure professionali dall’evoluto profilo professionale in grado di produrre calzature nell’era digitale”. In un territorio che investe molto in formazione, dalla fabbrica pilota agli Artigianelli, ecco una terza realtà che potrà elevare il livello di preparazione. Con la speranza che poi le differenti realtà si mettano in rete per portare il mondo della calzatura verso nuove frontiere d’avanguardia. “Vogliamo creare una Academy della calzatura, base su cui poi far ripartire il centro storico di Sant’Elpidio. All’interno di palazzo Bartolucci verrà realizzato anche – conclude l’azienda - un museo dedicato alla storia dell’industria calzaturiera nonché alle creazioni d’eccellenza de La Manuelita”.

Storia e futuro che si fonderanno tra immagini retrò, progetti di sviluppo e innovazioni tecnologiche dentro il palazzo collocato alla base del centro cittadino. La produzione, invece, resterà nella fabbrica di Grottazzolina. Un’accoppiata che porterà turismo e beneficio a tutta l’area fermana. 

@raffaelevitali - redazione@laprovinciadifermo.com 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Loira ricorda il carabiniere Beni

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.