03282017Mar
Last updateMar, 28 Mar 2017 3pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Il Castagno diventa una grande struttura e il Comune incassa un milione: in Consiglio la chicca dell'era Terrenzi

Il Castagno

Appena insediato, Terrenzi si era trovato questa ‘patata bollente’ tra le mani e “prima di concludere il mio mandato – è la sua ferma intenzione – voglio raggiungere l’obiettivo di risolvere una problematica così delicata".

SANT’ELPIDIO A MARE - L’amministrazione Terrenzi si avvia alla conclusione del mandato (per rimettersi in gioco alle prossime elezioni di primavera) mettendo a segno un ultimo fondamentale passaggio. Una questione che ha tenuto con il fiato sospeso la città e messo in serio pericolo il bilancio comunale viste le milionarie richieste di risarcimento danni presentate da imprese e società legate alla vicenda ‘Castagno’. Concluso il procedimento penale grazie a un accordo stipulato tra Tod’s, Castagno e Comune di Sant’Elpidio a Mare, nel consiglio comunale di domani sera, viene dato il via alla procedura per la variante urbanistica che consentirà di trasformare il centro commerciale della zona Brancadoro da media in grande struttura di vendita.

Un impegno che era contenuto nell’accordo e che il Comune si sta apprestando ad assolvere, in quanto propedeutico al rilascio di licenze commerciali da parte della Regione Marche, per la grande struttura di vendita: sarà quello l’ultimo passaggio, quello che metterà la parola fine a tutta la vicenda e che, come in un effetto domino, libererà la strada per il versamento di quel milione di euro (altro impegno assunto nell’accordo) dalla proprietà del Castagno nelle casse comunali. Soldi destinati alla nuova casa di riposo di Palazzo Montalto Nannerini.

“Arriva in consiglio comunale un atto di fondamentale importanza per questa amministrazione e per la città tutta – dice il sindaco Alessio Terrenzi – che avvia la fase tecnica contenuta nell’accordo raggiunto tra le parti per chiudere la questione Castagno”. Il sindaco cavalca questo risultato della sua amministrazione, rivendicando di “avere avuto l’intuizione, rivelatasi poi azzeccata, di riunire le parti intorno a un tavolo per raggiungere un accordo con un unico obiettivo: fare l’interesse pubblico”.

Appena insediato, Terrenzi si era trovato questa ‘patata bollente’ tra le mani e “prima di concludere il mio mandato – è la sua ferma intenzione – voglio raggiungere l’obiettivo di risolvere una problematica così delicata che, per la nostra città, ha lo stesso valore di un’opera pubblica realizzata”.

Tra gli altri punti all’ordine del giorno del Consiglio, figura l’approvazione del bilancio di previsione che è, come hanno più volte ripetuto sindaco e assessore al bilancio Norberto Clementi, “inevitabilmente condizionato dalle vicende legate al sisma. A renderlo più particolare, è la tempistica con cui arriva in consiglio: per la prima volta, ciò accadrà prima della fine dell’anno precedente. Non era cosa semplice, ma abbiamo lavorato tutti insieme per raggiungerlo”.

Un segnale di forza per Terrenzi in vista del voto: “Questo è sintomo di una maggioranza compatta, di buona amministrazione, di gente che lavora con le idee chiare, conoscendo la macchina amministrativa. E’ la prima volta che a Sant’Elpidio a Mare avviene una cosa del genere e credo di poter dire che siamo uno dei pochi Comuni d’Italia a vantare questo primato”. 

@raffaelevitali 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terrenzi bis: "Il centro come priorità"

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.