05292017Lun
Last updateLun, 29 Mag 2017 6pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Prime certezze: a Sant'Elpidio a Mare il No ha vinto col 58,68%. Cade anche il feudo del Pd a P.S.Elpidio

elezioni

I dati sono impressionanti se confrontati con i due precedenti referendum costituzionali. A quello del 2001 sulla modifica del Titolo V andò a votare il 34,1% degli elettori, a quello del 2006 sulla devolution il 53,6%. All'ultimo sulle trivelle, che si è svolto quest'anno, ha votato il 32,1%.

FERMO – Un enorme NO sta riempiendo il cielo della provincia di Fermo, 58% con 124 sezioni su 168 scrutinate, come quello italiano. Impressiona la proporzione a Sant’Elpidio a Mare, tra i primi comuni a scrutinare dove il No ha ottenuto il 58,68% sui 9331 cotanti. E dire che proprio Sant’Elpidio è stato il Comune scelto dal Pd il 2 dicembre per chiudere la campagna elettorale con tanto di presidente nazionale Orfini presente.

Stesso esito per l’altra città più impegnata, che ha messo in campo il sindaco Franchellucci e l’onorevole Petrini, ovvero Porto Sant’Elpidio, dove il No è a 59,23%. A Montegiorgio il NO ha vinto con il 58,55%, a Pedaso referendum bocciato dal 60,08% degli elettori. Dove ha invece tenuto il Sì è ad Amandola, città dei Sibillini in cui il NO ha preso 'solo' il 51,12%.

IN AGGIORNAMENTO

L’AFFLUENZA NEI COMUNI

Fermo 72,22, Porto Sant’Elpidio 72,41, Sant’Elpidio 70,96, Montegranaro 73,87, Monte Urano 75.64, Porto San Giorgio 72,91, Montegiorgio 69,01.

IL QUADRO NAZIONALE

I dati sono impressionanti se confrontati con i due precedenti referendum costituzionali. A quello del 2001 sulla modifica del Titolo V andò a votare il 34,1% degli elettori, a quello del 2006 sulla devolution il 53,6% (si votava in due giorni). All'ultimo referendum, quello delle trivelle, che si è svolto quest'anno, ha votato il 32,1%. Il Veneto (quando mancano non si conoscono ancora i dati di pochi comuni) ha fatto registrare l'affluenza più alta, con il 76,65% degli elettori andati alle urne. La Lombardia segue a ruota con il 74,66% degli elettori andati a votare. Percentuali altissime di votanti anche in Emilia Romagna (75,99%), in Friuli (72,47%), in Trentino Alto Adige, in Piemonte, in Valle d'Aosta e in Toscana: superano tutte ampiamente il 70% degli elettori. Anche Marche e Umbria hanno percentuali superiori al 70%; i numeri scendono dal Lazio, dove si registra un'affluenza del 68,88%, in Abruzzo (67,65%), Campania (59,02%) e in Puglia (61,65%). La Basilicata si ferma al 61,99%, la Sardegna al 61,42%. Il fanalino di coda, come è avvenuto anche per i dati dell'affluenza delle ore 12 e delle 19, si conferma la Calabria, con il 53,54% degli elettori al voto.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Loira ricorda il carabiniere Beni

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.