11242017Ven
Last updateVen, 24 Nov 2017 7pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Galletti, per i 40 anni dell'azienda niente regali, ma un dono: un mezzo per disabili alla Croce Azzurra

mezzodisabili sem

I volti soddisfatti e grati di militi in divisa e dei dipendenti del suolificio, sono stati la cornice per il taglio del nastro, avvenuto subito dopo la benedizione impartita da Don Aldo Pierantoni, alla presenza del presidente della Croce Azzurra Robin Basso e del sindaco Alessio Terrenzi.

SANT'ELPIDIO A MARE - Un'altra donazione per la Croce Azzurra, ancora una volta da parte di una ditta elpidiense, il Suolificio Galletti, dei fratelli Domenico e Giovanni che, per i 40 anni della loro azienda, hanno regalato alla pubblica assistenza elpidiense un mezzo per il trasporto dei disabili, completamente attrezzato.

I volti soddisfatti e grati di militi in divisa e dei dipendenti del suolificio, sono stati la cornice per il taglio del nastro, avvenuto subito dopo la benedizione impartita da Don Aldo Pierantoni, alla presenza del presidente della Croce Azzurra Robin Basso e del sindaco Alessio Terrenzi.

“Aiutare una associazione che svolge un'opera così importante per chi sta male, deve essere un'azione da fare sempre, e in maniera concreta. Non ci possiamo accorgere che esiste la Croce Azzurra solo quando ne abbiamo bisogno. Noi abbiamo voluto fare questa donazione in occasione dei 40 anni della nostra azienda” ha detto Domenico Galletti.

Il presidente Basso, ringraziando, ha fatto un rapido resoconto di un anno speciale in cui più volte le imprese sono state accanto all'associazione di volontariato, così come i cittadini, le amministrazioni comunali di Sant'Elpidio a Mare e di Monte Urano, ed ha spiegato che questa vicinanza è stata fondamentale per far uscire la Croce Azzurra dalle sabbie mobili in cui era finita e trascinarla verso una sicurezza di cui aveva una forte e impellente necessità per andare avanti.

Ha guardato al quadro complessivo della sanità cittadina il sindaco Alessio Terrenzi che ha annunciato l'imminente avvio della Potes che, condividendo la proposta della direzione dell'Area Vasta 4, partirà con solo personale infermieristico, in attesa che vengano individuati i medici, “visto che la Potes deve essere medicalizzata. Intanto, diamo il via al servizio (più che probabile che sia il 12 dicembre, ndr) che è troppo importante per il nostro territorio ed è tempo che venga attivato” ha detto Terrenzi. “Sta procedendo tutto secondo i piani per la casa della salute, per la sistemazione del piano che ospiterà i 20 posti letto e non appena sarà sistemato il reparto in cui c'era la Croce Azzurra, potranno ritornare a Sant'Elpidio tutti quei servizi che sono stati momentaneamente trasferiti a Porto Sant'Elpidio”.

La breve cerimonia si è conclusa con Giovanni Galletti che ha affidato le chiavi dell'auto alla nipotina, Francesca, perché le consegnasse al presidente Basso, come segno di buon auspicio per un lungo futuro dell'azienda e della Croce Azzurra.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.