Reingresso illegale in Italia, scattano i domiciliari

carabinieri web2

Operazioni dei carabinieri. Controlli a tappeto in tutto il territorio.

SANT'ELPIDIO A MARE - Sono intervenuti questa mattina i carabinieri di S.Elpidio a Mare per arrestare una 59enne di origine ucraina, P.N., residente proprio nel comune elpidiense. L'operazione si è resa necessaria dopo l'ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Fermo. La donna doveva espiare una pena definitiva di mesi 9 reclusione, per reingresso illegale nel territorio dello stato, senza la prescritta autorizzazione. L’arrestata dopo le formalità di rito veniva accompagnata presso la propria abitazione agli arresti domiciliari, a disposizione dell’autorità giudiziaria mandante. Sempre nella stessa giornata i militari sono stati impegnati anche in altri accertamenti e nel controllo del territorio.  Così sono state segnalate all'autorità giudiziaira due persone. La prima, l.l. 29enne di origine albanese, domiciliato sempre a Sant'Elpidio a Mare, per aver rifiutato un accertamento di uso sostanze stupefacenti dopo essere rimasto coinvolto in sinistro stradale alla guida della propria autovettura. Il secondo è T.S., 51enne del posto, per violazione degli obblighi imposti dall’autorità giudiziaria, in quanto, affidato in prova servizi sociali con obbligo permanenza domiciliare in ore notturne, violava prescrizione impostegli da tribunale di sorveglianza di Ancona.