09212019Sab
Last updateSab, 21 Set 2019 11am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

''Giocatori a posto, gioco!'': a Sant'Elpidio a Mare scatta la Contesa del Secchio

contesatiro

San Giovanni, Sant'Elpidio, San Martino e Santa Maria pronte a contendersi l'Ambito Secchio a partire dalle 19. Prima avrà luogo il tradizionle Corteggio lungo le vie della città. Le campane sanciranno il via alla manifestazione alle 16.30.

SANT'ELPIDIO A MARE – Come da tradizione anche quest'anno, nella seconda domenica d'agosto, Sant'Elpidio a Mare è pronta a tornare indietro nel tempo e festeggiare ia 67°edizione della Contesa del Secchio. E' la rievocazione storica più antica delle Marche, culmine di una serie di eventi che come trdizione ha colorato e coinvolto un'intera città. La manifestazione è infatti frutto di un meticoloso lavoro e di programmazione che ha epilogo nella sfida tra le Contrade (San Giovanni, Sant'Elpidio e Santa Maria) di questo pomeriggio. A rendere ancora più speciale il “gioco storico” è proprio l'origine dello stesso. La tradizione racconta come in passato le “comari” si contendevano i turni per attingere l'acqua e da li, sempre secondo la storia, sarebbe nata la “Contesa”. Una rappresentazione che ogni anno viene messa in scena tramite una vera commedia teatrale in “Città Medoevo”. Il tuffo nel passato però non si conclude a questo e tutta la città ha preparato i propri ornamenti. Fiore all’occhiello di questa cornice è indubbiamente il Corteggio che si svilupperà in più fasi a partire dalle 16.30 quando suoneranno le campane della città che sanciranno l'apertura dei giochi. Sono oltre ottocento i figuranti sfileranno da Piazza Matteotti verso il campo fa gioco del "Mandozzi". Ad essere coinvolti non solo i rappresentanti delle Contrade ma anche quelli delle vicine Delegazioni. Dame e priori, nobili e cortigiani, cavalieri e alfieri e poi sbandieratori, musici, pescatori, armigeri, personaggi dell'epoca che tornano alla ribalta. Una sorta di gara nella gara a chi sfoggia l’abito più bello e più curato dove a fare la differenza non è certo il valore dell’abito ma la cura dei particolari. E di cambiamenti ne sono stati fatti diversi, quest'anno, a partire dalla scelta di ridurre il numero di bambini che avranno la loro sfilata più avanti, quando srà tempo di Mini Contesa. La curiosità inoltre è tanta anche per sapere chi indosserà le vesti di Dame e Priori , tanto che i nomi vengono spesso celati fino all'ultimo. Così può capitare di vedere un conoscente, un amico o un amica interpretare un determinato ruolo e scoprire tante bellezze. E’ una sfilata a cielo aperto dove il Medioevo torna protagonista indiscusso. Accanto alle Contrade sfilano le Delegazioni foranee, Santa Caterina, Borgo Marinaro, Santa Croce e Castel di Castro che si distingueranno per quelle che sono le proprie caratteristiche storiche. Un Corteggio che sarà spettacolo nello spettacolo e che investirà in particolare il centro della città. Per quanto riguarda la Contesa sarà una vera battaglia per togliere il Secchio dalle mani dei "rossi" della San Giovanni, ultima vincitori. San Martino, Sant'Elpidio e Santa Maria hanno affilato le proprie armi e dichiarano battaglia con tante new entry in ogni squadra. Sicuramente avranno il loro bel da fare il Capitano del Popolo, Andrea Rotili (confermato straordinaraimente per il terzo anno), eletto ieri sera, ed il Gonfaloniere di Giustizia, estratto a sorte tra tre nomi (Paolo Fratalocchi, Mauro Granatelli e Yuri Liberati). All'arrivo al campo Mandozzi si terrà il giuramento dei Capitani dopodiché lo spazio per pronostici e supposizioni sarà finito e a parlare sarà solo il campo.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.