09182019Mer
Last updateMar, 17 Set 2019 4pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Gli aumenti dell'Asite fanno saltare la raccolta rifiuti a Sant'Elpidio: bando di gara da rifare

aleterrenzi

A questo punto, l’amministrazione comunale elpidiense ha deciso di revocare la gara per l’assegnazione della gestione integrata dei servizi di igiene ambientale e altri servizi complementari rivalutando l’aspetto economico del progetto.

SANT’ELPIDIO A MARE – Tanti dubbi c’erano all’interno del bando che sarebbe scaduto tra pochi giorni, a cominciare dalla selezione dei materiali raccolti. Dubbi sollevati da più imprese che volevano presentare domanda per gestire la raccolta rifiuti. All’interno di un bando da 1,6 milioni di euro, solo la voce selezione avrebbe pesato per altri 100mila euro sulla ditta vincitrice, somma non prevista. A questo si aggiunge che nel bando non era previsto l’aumento deciso dall’Asite per il trattamento del Tmb. A questo punto un’altra ditta che aveva presentato domanda ha contestato sottolineando che da 87 euro si sarebbe passato a 96 euro a tonnellata.

A questo punto, l’amministrazione comunale elpidiense ha deciso di revocare la gara per l’assegnazione della gestione integrata dei servizi di igiene ambientale e altri servizi complementari rivalutando l’aspetto economico del progetto. Evita così ricorsi successivi all’assegnazione. Per cui il Comune ora potrà rettificare inserendo il costo di selezione e il nuovo costo di conferimento in discarica. Mossa necessaria , che permette di ripubblicare magari entro un mese il nuovo bando.

“Il progetto, redatto con l’ausilio di un consulente esterno, sulla base del quale è stata avviata la gara risale al 2018 – spiega il sindaco, Alessio Terrenzi – e da allora sono cambiate le condizioni di mercato. Tenendo conto che la durata dell’appalto sarà, comunque di cinque anni, abbiamo ritenuto opportuno rivalutare la situazione per arrivare all’approvazione di un nuovo bando al fine di evitare ricorsi che, da una parte, comporterebbero tempi lunghi nell’individuazione del soggetto economico a cui affidare il servizio e, dall’altra, rappresenterebbero un aggravio di costi per l’ente comunale e, di conseguenza, per la collettività tutta”.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.