Otto arresti, stroncato lo spaccio di droga a Casette d'Ete. Il sindaco: 'Li prenderemo tutti'

arresto carabinieri

I militari del Norm di Fermo, guidati dall’ex comandante della stazione di Sant’Elpidio Serafino Dell’Avvocato, hanno seguito ogni pista fino ad arrivare ad arrestare il corpulento 27enne di origini pugliesi che da qualche tempo viveva stabilmente a Casette.

SANT’ELPIDIO A MARE – Otto arresti, quattordici denunce, mezzo chilo di cocaina e due chili di marijuana sequestrati. E tutto grazie al coraggio di qualche mamma che un anno fa segnalò i continui movimenti in alcune zone nel cuore di Casette d’Ete, frazione di Sant’Elpidio a Mare. Non è la prima operazione, ma è la più importante. I militari del Norm di Fermo, guidati dall’ex comandante della stazione di Sant’Elpidio Serafino Dell’Avvocato, hanno seguito ogni pista, non trascurando alcun dettaglio fino ad arrivare ad arrestare il corpulento 27enne di origini pugliesi che da qualche tempo viveva stabilmente a Casette. Per gli inquirenti era il regista del traffico che coinvolgeva come assuntori e spacciatori diversi giovani del luogo.

“Una problematica che conosciamo, spesso i cittadini ci hanno segnalato situazioni particolari. Dal comandante della Polizia municipale ai carabinieri, all’inizio dell’indagine c’era il maresciallo Serafino Dell’Avvocato, le forze dell’ordine lavorano in grande collaborazione con l’Amministrazione. E, soprattutto, con la gente” sottolinea soddisfatto il sindaco Alessio Terrenzi.

Il Comune, tra i primi a livello di videosorveglianza, dopo un primo blitz ha installato delle telecamere fisse nella piazza di Casette, poi ha messo a disposizione delle forze dell’ordine delle telecamere mobili, che possono essere usate in ogni angolo del Comune. “Capita che gli spacci continuino, nonostante i controlli. Ma ci vuole tempo per arrivare a un’operazione come quella appena terminata, perché non si cercava di colpire il pesce piccolo, il ragazzino, ma lo squalo”. Un merito ai cittadini, che rimangono anonimi ma collaborano.

Un duro colpo allo spaccio della zona, che richiamava persone da diverse province, e infatti l’operazione ha riguardato anche il maceratese. Il sindaco sa bene che Sant’Elpidio non è un paradiso. Casette è uno dei punti più interessati, ma ci sono anche Cascinare e un paio di vie del centro storico dove gira la droga. “Lo sanno le forze dell’ordine. Devo dire grazie ai carabinieri e in particolare a Dell’Avvocato, che con la sua promozione per noi elpidiensi è un uomo in più. Lo sappiano i delinquenti, li pigliamo tutti”. Poco tempo fa fu preso un 17enne, oggi otto arresti: “Nessuno deve sentirsi tranquillo a Sant’Elpidio, chi delinque lo prendiamo”. Ed è quello che fa restare tranquillo il sindaco anche sull’omicidio Marilungo, con gli uomini del Ros di Roma che si muovono da mesi per Sant’Elpidio a Mare: “Il cerchio si sta stringendo” conclude il primo cittadino.

Raffaele Vitali