Porto Sant'Elpidio allagata, le fogne non reggono. Franchellucci: 'Abbiamo il progetto, non i soldi'

lagopse

Situazione nota, con un progetto nel cassetto dell’ufficio tecnico: “Un progetto risolutivo esiste, ma i milioni di euro per farlo hanno impedito alla mia precedente amministrazione di mettere mano alla risoluzione definitiva.

PORTO SANT’ELPIDIO – E alla fine anche Porto Sant’Elpidio si allagò. L’esperienza già vissuta in più situazioni di Porto San Giorgio è diventato un disastro nella città del sindaco Nazareno Franchellucci. Statale allagata e Faleriense che diventa un mare in mezzo alle case.

“È stato un triste pomeriggio per la nostra città e ore difficili per tanti concittadini che in pochi minuti hanno trovato la loro casa e le loro attività allagate” sottolinea il sindaco che motiva poi quanto accaduto: “Marciapiedi che si alzano, tombini che buttano fuori l'acqua, la diagnosi è evidente: la rete fognaria non è stata in grado di intercettare tutte le acque piovane. Uno storico problema, con l’acqua proveniente da via xx settembre, quando ci sono questi fenomeni si riversa in maniera eccessiva sulla zona est, creando questi enormi problemi”.

Situazione nota, con un progetto nel cassetto dell’ufficio tecnico: “Un progetto risolutivo esiste, ma i milioni di euro per farlo hanno impedito alla mia precedente amministrazione di mettere mano alla risoluzione definitiva. Piccoli interventi in alcune zone ad est sono stati fatti, hanno attenuato, ma chiaramente non erano la risoluzione”.

Da lunedì tavolo aperto con il Tennacola per avviare una rapida progettazione “che, anche in più step, ci permetta di risolvere questa criticità”.