07202018Ven
Last updateGio, 19 Lug 2018 6pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Consiglio comunale e toto Giunta: dal dubbio Pasquali alla sorpresa Santini passando per Putzu a tempo

conscompse

Le novità: Stefano Senesi, Silvia Santini, Laura Cifani e Nicolò Renzi per il mondo Franchellucci. Mentre tra i banchi dell’opposizione per la prima volta si siederanno Moira Vallati, Alessandro Felicioni e Giorgio Marcotulli, ovvero i tre candidati sindaci sconfitti, Monica Genovese.

PORTO SANT’ELPIDIO – Sedici volti e un sindaco. Ecco il consiglio comunale di Porto Sant’Elpidio. Sei conferme tra le file della maggioranza: Annalinda Pasquali, Luca Piermartiri, Carlo Vallesi, Daniele Stacchietti, Vitaliano Romitelli e Milena Sebastiani. Due tra le file dell’opposizione: Giorgio Famiglini e, seppur con una pausa, Andrea Putzu. Poi ci sono le novità: Stefano Senesi, Silvia Santini, Laura Cifani e Nicolò Renzi per il mondo Franchellucci. Mentre tra i banchi dell’opposizione per la prima volta si siederanno Moira Vallati, Alessandro Felicioni e Giorgio Marcotulli, ovvero i tre candidati sindaci sconfitti, Monica Genovese.

Questi sono i membri del consiglio che potrebbe durare fino al 2023, ma solo sulla carta. Infatti, almeno tre nomi, se non quattro, sono destinati a cambiare in base alla composizione della Giunta che deciderà il sindaco. Si è preso un paio di settimane Franchellucci. La prima e più importante questione da risolvere è il ruolo di Annalinda Pasquali. Miss preferenze ha già ricoperto per due mandati il ruolo di assessora. A livello nazionale il Pd evita terzi mandati con carica, ma sul locale dipende dalla volontà del sindaco, non c'è un obbligo. Come alternativa potrebbe fare la presidente del Consiglio.

Certo il posto in giunta per Luca Piermartiri, che libererà quindi la sedia in Consiglio in favore di Filippo Berdini, primo dei non eletti. Se poi il sindaco vorrà dare un tocco di freschezza al secondo mandato, assessora diventerà Silvia Santini. Inesperta sì, ma non per questo non adatta. Nel caso in cui la scelta cadesse sulla Santini, o su un altro componente del Pd, toccherebbe a Mariano Langiotti. Certo un posto in giunta per Milena Sebastiani, che potrebbe diventare la regina indiscussa del Turismo, proseguendo il cammino avviato dieci anni fa. Al suo posto entrerebbe Massimo Biancucci. Non dovrebbero esserci problemi invece per il ruolo di assessore per Vitaliano Romitelli, che scenderebbe dallo scranno più alto, quello di presidente del Consiglio, per portare la sua esperienza nel campo dei servizi sociali, che il sindaco ha sempre tenuto per sé. La sua nomina, tra l’altro, riaprirebbe le porte dell’assise a uno dei consiglieri da strada, quello che non ha mai avuto paura di sporcarsi le mani per liberare un tombino, Sergio Ciarrocca.

Si vedrà, non resta che attendere. Come dovrà attendere almeno due anni Andrea Balestrieri per tornare al suo posto. Se Andrea Putzu si candiderà alle regionali, facile immaginare la staffetta con il nuovo coordinatore di fratelli d’Italia.

@raffaelevitali

 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.