06232018Sab
Last updateSab, 23 Giu 2018 4pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

Iscriviti al nostro canale Youtube

Cinquanta bagnini di salvataggio pronti a correre: a P.S.Elpidio la spiaggia è sicura

bagninipse

C’è entusiasmo, “devo ammettere che sono emozionato”, dice uno degli ultimi arrivati che prima di questa esperienza lavorava come cuoco.

PORTO SANT’ELPIDIO – Sette spiagge libere, cinquanta bagnini, il 30% sono donne: il mare a Porto Sant’Elpidio è protetto. “Poi – ricorda il comandante della Capitaneria di Porto Ciro Petrunelli – ci sono sempre le persone che devono fare attenzione. Quello che chiediamo ai bagnini di salvataggio è la massima attenzione, la concentrazione”.

Molti sono quelli nuovi, che hanno da poco superato il duro esame proprio con i militari della Capitaneria di Porto di Porto San Giorgio. “Non devono mai esserci distrazioni e la consapevolezza che appena fosse necessario bisogna intervenire”. Non possono vietare a qualcuno di fare il bagno, anche in caso di bandiera rossa, ma i bagnini devono quantomeno persuadere il bagnante. “Ci sono responsabilità penali nel loro ruolo, per questo è importante arrivare preparati” prosegue il comandante che al contempo si complimenta con la squadra di Poto Sant’Elpidio, definita un fiore all’occhiello anche per i mezzi a disposizione.

Il Comune ci investe, da anni.” Siamo passati da 3mila euro a Bilancio nel 2008 ai 70mila di oggi. Da tre piccoli tratti di spiaggia libera protetti a tutta la nostra costa. Sono soddisfatta di questo impegno, che ha coinvolto me e tutta l’Amministrazione” ribadisce l’assessora Milena Sebastiani.

Se a Porto San Giorgio uno dei compiti è anche richiamare chi si tuffa dagli scogli, a Porto Sant’Elpidio l’attenzione è invece sul mare che diventa subito alto, vista la diversa configurazione della costa. “Questa potrebbe essere l’ultima estate con i bagnini minorenni. La nuova normativa è pronta, ma non è ancora entrata in vigore. Certo, se passerà diventerà un bel problema, visto che quasi il 50% di chi indossa la divisa rossa ha tra i 16 e i 18 anni” spiega il coordinatore e responsabile della cooperativa Cluana Nantes, Vaccina.

C’è entusiasmo, “devo ammettere che sono emozionato”, dice uno degli ultimi arrivati che prima di questa esperienza lavorava come cuoco, con un periodo anche nella cucina dello stellato Igles Corelli. Ma la preparazione è stata lunga e ci sono i veterani pronti ad aiutare. A Porto Sant’Elpidio è già in vigore l’orario continuato 10-18, senza pausa pranzo. Quello che l’ammiraglio, il comandante regionale della Capitaneria di Porto, ha chiesto a tutti i gestori. Ancora non si è adeguata Porto San Giorgio, ma la prossima estate avverrà. Il sogno, poi, è di coprire la spiaggia dall’alba al tramonto, ma per riuscirci servono risorse. Tante. E considerando che già Porto Sant’Elpidio investe 70mila euro, il doppio di Fermo, fa capire il peso per poter garantire a turisti e fermani la serenità anche in spiaggia.

Dopo il primo we di rodaggio, da oggi il servizio sarà quotidiano, sette giorni su sette. E come ogni anno, brindisi e varo di due nuovi pattini che vanno ad arricchire una spiaggia già dotata delle migliori torrette, si sale e scende in sicurezza senza doversi mai girare, della costa fermana.

Raffaele Vitalii

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.