05222018Mar
Last updateLun, 21 Mag 2018 8pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

Iscriviti al nostro canale Youtube

P.S.Elpidio verso il voto. Candidati a confronto nel festival delle banalità: coworking, innovazione e fondi europei

confrontoacpse

Tre domande dai giovani, un plauso alla voglia di essere protagonisti, dell’Azione cattolica, con tanto di collegamento video con uno studente a Torino che sta facendo un tirocinio in Inghilterra che ha chiesto cosa fare per attrarre gli under 35 in città.

PORTO SANT’ELPIDIO – Il primo confronto tra i candidati (Vallati, Felicioni, Pacini, Marcotulli, Franchellucci) non passerà alla storia, tranne che per la location, il Malloni Trace, uno dei locali più belli della costa marchigiana. Un locale che mette tutti d’accordo sul senso di quello che si può fare quando il privato ha una idea e le risorse e il pubblico non mette i bastoni tra le ruote. Tre domande dai giovani, un plauso alla voglia di essere protagonisti, dell’Azione cattolica, con tanto di collegamento video con uno studente a Torino che sta facendo un tirocinio in Inghilterra che ha chiesto cosa fare per attrarre gli under 35 in città.

Non passeranno alla storia le risposte che hanno un banale filo conduttore quando si parla di giovani e lavoro: il coworking. Una delle parole più abusate, e irrealizzate, degli ultimi anni della politica torna prepotentemente d’attualità in campagna elettorale. I fantomatici spazi comuni in cui il Comune dovrebbe dare una sedia con una scrivania un telefono e una rete internet a chi ne ha bisogno è la risorsa per quasi tutti i candidati. Franchellucci a dire il vero ne ha parlato già da anni ma poi ha fatto i conti con le risorse che non ci sono.

L’altra grande ovvietà è quella dei fondi europei. In un paese incapace a usarli, che si parli di Roma o Ancona, ogni candidato risolverà la crisi dei giovani, e della città, grazie all’UE. Sentir parlare ancora dello sportello Europa fa tremare le gambe. perché ce l‘hanno in quasi tutti i Comuni e soprattutto ce l’hanno da anni. E chi lo ha attivato poi in realtà non ha prodotto praticamente nulla, vedi la vicina Sant’Elpidio. Perché poi se non ci sono le competenze si va poco lontano. Ma fa sempre scena dire che ci sono le risorse.

Se si va oltre chi pensa che il comune debba organizzare seminari formativi, immaginandosi in stile Cna o Camera di Commercio, e chi crede di poter costruire officine per trasformare le idee in prototipi, oltre chi pensa che si debba coniugare tradizione con innovazione, sai che novità, o ridurre la burocrazia, non resta che un dato: ai giovani interessa una sola cosa, il lavoro. Peccato che il sindaco non sia un job center e che una Tari azzerata, fino a oggi, non abbia mai convinto nessuno ad aprire una attività.

Al prossimo confronto, magari senza domande preparate e purtroppo senza la bellezza di un locale unico nel suo genere che da solo dovrebbe essere la risposta: agevolare il privato se poi, citando il candidato Pacini, a guadagnarci è il pubblico.

@affaelevitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.